Tag Archives: sciopero generale

UN SUCCESSO LO SCIOPERO DEL 18 MARZO IL DOVERE DI ANDARE AVANTI

28

UN SUCCESSO LO SCIOPERO DEL 18 MARZO

IL DOVERE DI ANDARE AVANTI

 

Allo sciopero generale del 18 marzo indetto da Cub, SGB, S.I. Cobas e Usi Ait  hanno aderito centinaia di migliaia di lavoratori.

 

Migliaia di essi ha anche partecipato alle manifestazioni organizzate a Milano, Napoli e Firenze  contro le politiche di guerra, per le libertà sindacali e sociali, per la difesa dei diritti, del salario e del welfare; in molte altre città si sono organizzati manifestazioni e presidi molto partecipati.

 

Matteo Renzi, pervaso da uno spirito di onnipotenza che mal sopporta chi gli si oppone, si è scagliato contro lo sciopero, nascondendo che vi è stata, e che proseguirà, una mobilitazione contro le politiche di guerra MA ANCHE per i diritti vitali, ha nei fatti confermato che lo sciopero ha colpito nel segno.

 

Invece di rispondere nel merito alle rivendicazioni, ha riproposto la minaccia di ridurre ulteriormente le libertà sindacali, imponendo una stretta all’esercizio del diritto di sciopero. Le alternative poste sono chiare: CGIL CISL UIL debbono impedire il conflitto fra lavoratori e padronato altrimenti  provvederà direttamente lo stesso governo. La gente deve star sempre più male ma non lo deve far vedere.

 

La massiccia adesione ha reso  evidente lo stato di malessere di milioni di lavoratori,  spinti sempre più verso uno stato di povertà progressivo anche dalla rinuncia del sindacalismo istituzionale  a difendere i diritti dei lavoratori. Lo sciopero ha avuto successo perché ha colto un bisogno comune di scendere in piazza e di cominciare a lottare contro una situazione sociale intollerabile caratterizzata da meno lavoro, meno reddito, meno salario sociale che attraversa tutti i settori.

Ha inoltre evidenziato la necessità di un sindacato di classe che sappia dare organizzazione, rappresentanza e risposte ai bisogni dei lavoratori e dei proletari.

 

La Confederazione Unitaria di Base che, assieme agli altri sindacati promotori dello sciopero, si oppone con determinazione e coerenza al sistema corporativo che padronato e governo intendono imporre e che non ha firmato gli accordi in questo senso fra CGIL CISL UIL e Confindustria, manterrà alta la mobilitazione e continuerà la lotta per il salario, i diritti, i servizi sociali, le libertà sociali e sindacali e contro la guerra esterna che devasta territori e massacra popolazioni.

 

SCIOPERO GENERALE 18 MARZO 2016

20160318_113538

Oggi migliaia di persone in piazza a Napoli, in corteo per le strade del centro storico di questa città, che aveva e ha ancora tanta sete di sciopero. Nonostante l’oscuramento mediatico abbiamo dato un segnale fortissimo, bloccando la città e dando voce a tutti quei settori della società che di solito non possono averla. Lavoratori, studenti, pensionati, inquilini, migranti, disoccupati, tanti ma tanti uomini e donne che vogliono cambiare questo mondo dicendo no alle guerre, no alla precarietà, no all’ingiustizia sociale, no alla riforma del lavoro, no alla Bossi-Fini, per un lavoro garantito, per i aumenti veri delle retribuzioni, Per la modifica della Naspi, per la libertà di circolazione, per il diritto alla casa.

CUB CAMPANIA

 

 

 

28272625242322

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 20160318_112656 20160318_112658 20160318_113533 20160318_113538 20160318_114150

PERCHE’ SCIOPERIAMO

FOTO12

PERCHE’ OGGI SCIOPERIAMO

» Contro la guerra e gli interventi militari all’estero che dietro al pretesto della lotta al terrorismo promuovono piani imperialistici di sfruttamento e oppressione.

« Contro la politica economica e sociale del governo Renzi e dell’unione europea, contro il jobs act e le altre misure per il mercato del lavoro, contro l’abolizione dell’art. 18.

» Contro il blocco dei contratti pubblici e privati, l’aziendalizzazione della contrattazione e l’individualizzazione del rapporto di lavoro, contro le privatizzazioni, le grandi opere dannose e la distruzione del territorio.

» Contro la legislazione che a vario modo favorisce precarizzazione e forme di sfruttamento selvaggio (esternalizzazioni, appalti, subappalti, cooperative di comodo) come ampiamente appurato nel settore della logistica, del cargo e della salute pubblica e privata.

» Contro la riforma della scuola, per la stabilizzazione del personale.

» Contro il fiscal compact, il pareggio di bilancio inserito nella costituzione.

» Contro la riforma del mercato del lavoro, che lascia milioni di disoccupati privi di mezzi di sussistenza e promuove lavoro gratuito senza la garanzia del salari.

» Per il Reddito garantito.

« Per la redistribuzione del reddito attraverso consistenti aumenti salariali per tutti i lavoratori e pensionati.

» Per la rivalutazione delle pensioni, riduzione degli anni per il diritto alla pensione, salute e sicurezza sui posti di lavoro. Diritto all’abitare, contro la precarietà e lavoro gratuito.

» Per il diritto al lavoro, attraverso la riduzione d’orario a parita’ di salario, investendo per la bonifica dei siti inquinati, la messa in sicurezza del territorio, il risparmio energetico e le energie alternative.

» Per la libertà di circolazione della forza lavoro, la parità di diritti agli immigrati e l’integrale abolizione della legge bossi-fini.

 

Cub Campania- SI Cobas Napoli e Caserta- Magnammece o’ pesone-

Laboratorio Politico lskra- Mensa Occupata- Sinistra Anticapitalista-

Movimento disoccupati 7 novembre- Coardinamenta studentiƒlegrei-

Clash City Workers

 

 

scarica il volantino PERCHE’ SCIOPERIAMO

PER LA QUESTURA DI NAPOLI SCIOPERARE NON E’ PIU’ UN DIRITTO

SCIOPERO DIRITTO

COMUNICATO STAMPA

Sciopero Generale per la Questura di Napoli non è più un diritto
Le scriventi OO.SS. in riferimento alla comunicazione della Questura di Napoli, che con un
atto arbitrario solito dei regimi non democratici, ci ha comunicato quello che secondo loro
dovrebbe essere un percorso obbligato di manifestazione, ritengono tale scelta un
attacco premeditato e sempre più mirato a colpire le scelte dei lavoratori.

Questo percorso del tutto arbitrario, segue la falsa riga degli attacchi governativi al diritto e alla libertà di sciopero, questo è il preludio di una politica sempre più restrittiva della nostra libertà, dalla questura infatti ci vuole essere impedito di percorrere le strade centrali del centro storico dove sono presenti precari, disoccupati e lavoratori.

Denunciamo con forza queste misure repressive e restrittive della questura di Napoli, non
possiamo permetterci di accettare questo attacco alla libertà dei lavoratori, per questo
motivo domani saremo in piazza con ancor maggiore convinzione e determinazione.

Napoli 17 marzo 2016

CUB Campania Si Cobas – Caserta e Napoli

 

 

SCIOPERO GENERALE QUESTURA

CONFERENZA STAMPA SULLO SCIOPERO

sciopero-generale-24-ore

COMUNICATO STAMPA

Sciopero Generale del sindacalismo di base
Le scriventi OO.SS. in riferimento alla conferenza stampa odierna, per informare sulla
mobilitazione in occasione dello sciopero di domani 18 marzo 2016, comunica che oltre
20.000 lavoratori sciopereranno nella regione Campania.

Un gruppo di loro terrà una manifestazione con corteo che partirà da Piazza Dante alle ore 9.30 per arrivare sotto gli uffici della Regione Campania a Via Santa Lucia.

Di particolare rilievo sarà lo sciopero dei trasporti locali su Napoli con i blocchi dell’ANM e
della Circumvesuviana.

Lo Sciopero Generale sarà caratterizzato con la parola d’ordine Per il diritto di sciopero,
contro guerre, privatizzazioni, licenziamenti politici, precarietà e sfruttamento.

 

 

CONFERENZA STAMPA SCIOPERO

SCIOPERO GENERALE: SE NON ORA, QUANDO?

image10

Domani Sciopero Generale. Sta a voi cambiare la situazione. Se iniziate a protestare e manifestare avrete una qualche possibilità. Altrimenti dopo sarà già tardi. Noi della FLAICA CUB Campania ci stiamo provando con tutte le nostre forze. Siamo pero consapevoli che da soli sarà una impresa quasi impossibile, ma lo stesso non ci arrendiamo. Sta a voi, lavoratori stagionali il destino del vostro futuro, viene in piazza insieme a noi. Tutti uniti si  può. SI, si può cambiare, basta volerlo.

SCIOPERO GENERALE. 18 MARZO 2016. ORE 9.30 PIAZZA DANTE NAPOLI

 

FLAICA UNITI CUB CAMPANIA

« Older Entries