Tag Archives: cub pubblico impiego

BENEVENTO: LA SOLITA POLITICA CLIENTELARE

20070104_tfr_manif_cub_formaggio350

CUB PUBBLICO IMPIEGO

L’amministrazione Comunale modifica la struttura organizzativa a favore di qualche dirigente, colonna portante per le prossime elezioni amministrative.

Nel pieno della calura estiva, domani 29 luglio, come si conviene quando bisogna fare qualche colpo di mano, l’amministrazione presenterà ai sindacati le modifiche alla “struttura organizzativa” del Comune di Benevento. Si tratta di definire il numero e le competenze dei Settori, dei Servizi e degli Uffici, materia che dovrebbe essere fatta una volta ogni tanto, ed invece dal 30 dicembre 2013 ad oggi, in un anno e mezzo, siamo alla quinta versione.
I Settori previsti sono 8, ma solo quello alle Finanze rimane invariato. Spiccano, invece, le modifiche ad alcuni Settori che diventano piccoli ministeri, mentre ce ne sono altri che di certo non meritano neppure tale definizione.
La modifica più evidente riguarda il Settore Polizia Municipale al quale vengono associati i servizi assistenziali, scolastici e sanitari. Moschella già se ne occupa perchè è dirigente provvisorio anche del Settore Servizi al Cittadino, ma adesso le competenze per la mensa scolastica, l’assegnazione degli alloggi e dei sussidi, e la gestione dei servizi cimiteriali assegnati in gran parte a ditte private, seguono il dirigente che pur avendo incarico fiduciario che scade con la fine del mandato al sindaco, diventa di fatto il “primo dirigente”. Sarebbe stato invece più produttivo consentire a Moschella di occuparsi bene solo del traffico e della mobilità, materia delicata e un po’ trascurata, ed invece il comandante da solo adesso diventa il riferimento organizzativo di ben quattro assessori e cioè Iele (mobilità), Castiello (Protezione Civile), Panunzio (Servizi sociali) e il sindaco (pubblica istruzione).
Per consentire l’accorpamento di funzioni a questo piccolo ministero, il Settore Servizio al Cittadino si occuperà solo degli uffici certificazioni, del protocollo e dei messi. Insomma, diventa il Settore delle fravaglie, quelle che non vuole nessuno!
Anche il Settore Opere Pubbliche si potenzia assai. Isidoro Fucci perde l’unità operativa Controllo Municipalizzate e Servizio Patrimonio, con la Posizione organizzativa affidata alla dottoressa Lorena Lombardi, ma acquista ufficialmente i Programmi Complessi, quindi anche il PIU’ Europa, e addirittura il SUAP, cioè lo Sportello Unico per le Attività Produttive che vengono quindi separate, incomprensibilmente da Commercio, Industria ed Artigianato che rimangono al Settore attualmente diretto da Aniello Moccia.
All’Urbanistica pure attualmente diretta da Fucci, viene aggiunta la competenza per il controllo alle municipalizzate di cui non si vuole mai occupare nessuno.
Ed infine, mentre il Settore Cultura, curato attualmente dal Segretario generale, “guadagna” il Centro Elaborazione Dati e l’Urp ma perde le Politiche Giovanili e il Turismo (che non si ritrovano più da nessuna parte) ecco comparire un altro mostro: il Settore Avvocatura di Vincenzo Catalano, che si occuperà anche della gestione del Personale e del Servizio Patrimonio, cioè di tutte le materie che stanno a cuore all’assessore Iadanza.
Si comprende bene, quindi, chi sono i dirigenti sui quali l’amministrazione punta per la campagna elettorale per le elezioni comunali che si terranno tra otto mesi. Naturalmente la CUB è assolutamente contraria a questa operazione di gestione clientelare degli uffici del Comune che devono essere organizzati, invece, in modo da garantire servizi qualificati ai cittadini valorizzando la professionalità dei dipendenti.

Benevento 28.07.15

Per la CUB-PUBBLICO IMPIEGO
La RSU AlbertoZollo

ELEZIONI RSU 2015 NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: UN SUCCESSO PER LA CUB PUBBLICO IMPIEGO CAMPANIA

La CUB PUBBLICO IMPIEGO CAMPANIA che ha concorso alle elezioni RSU in tutti i comparti della pubblica amministrazione, non può che essere soddisfatta del risultato ottenuto dall’esito delle votazioni.

Dai Ministeri, agli Enti Locali, dalla Sanità al settore Scuola- Università, le liste da noi presentate sono state un successo oltre ogni aspettativa.

I lavoratori hanno premiato la nostra organizzazione con centinaia di RSU elette , in moltissimi posti di lavoro ci siamo presentati per la prima volta e nonostante le organizzazioni sindacali storiche abbiano tentato di boicottarci , il risultato è stato brillante , più che triplicato il numero delle rsu elette .

Questo è un segnale importante che deve far crescere la voglia tra i lavoratori per organizzarsi  fuori dai soliti sindacati cgil cisl uil e portare una ventata nuova nella pubblica amministrazione .

Con la CUB P.I. lo si può fare.

Napoli 9 marzo 2015