Chi siamo

La Confederazione Unitaria di Base (CUB) è il più importante sindacato di base operante nel nostro paese è presente nel CNEL (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro i cui componenti sono designati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri prendendo a base la rappresentatività )
La CUB organizza oltre 706.802 tra lavoratori dell’industria, dei servizi, del pubblico impiego, gli inquilini e i pensionati, ed è composta dai seguenti sindacati di base: FLMUniti (metalmeccanici, telefonici, energia);FLAICA (commercio, industria alimentare, igiene urbana, pulizie, servizi), ALLCA (chimici, energia, farmaceutici, plastica, gomma), CUB-Edili, CUB-Scuola, CUB-Informazione, CUB-Pensionati, CUB-Sanità, CUB-Tessili, CUB-Trasporti Aereoportuali, FLTUniti (trasporto); CUB pubblico-impiego(pubblico impiego); SALLCA-CUB (Credito e Assicurazioni), Unione Inquilini (casa e territorio).
La CUB nasce nella primavera dei ’92 per iniziativa di numerosi lavoratori fortemente critici nei confronti di cgil-cisl-uil. Come lavoratori ci siamo resi conto da tempo di non avere più un sindacato, cioè un’organizzazione che difenda i nostri interessi. Viviamo in un paese in cui i sindacati sono cinghia di trasmissione dei partiti e dei governo, mentre clientelismo e corruzione contraddistinguono)no un certo modo di fare sindacato. Tutti l’abbiamo vissuto sulla nostra pelle nei diversi posti di lavoro.  Anche la stessa parola “sindacato” è diventata quasi una parolaccia.
Eppure c’èè un bisogno enorme di sindacato, di tutela dei nostri diritti, d’informazione.
Per questo motivo abbiamo costituito la Confederazione Unitaria di Base (CUB)
La CUB vive esclusivamente del contributo versato dai lavoratori con l’iscrizione e dalle sottoscrizioni effettuate dai lavoratori in occasione d’iniziative o di utilizzo dei servizi.
Pratica la più completa autonomia dal padronato, dai governi e dai partiti e caratterizza la sua iniziativa con una forte carica democratica affinché siano sempre i lavoratori a decidere sulle questioni che li riguardano direttamente.
I principali obiettivi della CUB:
integrazione al reddito per precari, lavoratori in cassa integrazione, disoccupati e pensionati
ridistribuzione del reddito a favore di lavoratori e pensionati attraverso un forte aumento del salario, l’introduzione della scala mobile, contro lo scippo del T.f.r.
contro le guerre, le basi e le spese militari
l’occupazione stabile e tutelata per tutti/e, contro il lavoro precario, la riduzione dell’orario di lavoro a 32 ore a parità di salario e la creazione di lavori socialmente necessari
la difesa e lo sviluppo del sistema previdenziale pubblico, della scuola, della sanità , dei servizi sociali, del territorio e dell’ambiente,
l diritto dei lavoratori alla salute dalla sicurezza rispetto alla centralità del profitto delle imprese,
il diritto alla casa, ad un affitto equo, la detrazione fiscale dagli affitti, l’utilizzo dei fondi Gescal per il rilancio dell’edilizia pubblica e il recupero del degrado abitativo,
il diritto dei lavoratori a decidere sugli accordi, la delegazione alle trattative, l’elezione democratica dei rappresentanti sindacali e la difesa del diritto di sciopero.
Inoltre la CUB è:
recupero crediti da lavoro (differenze retributive, arretrati, inserimento nei fallimenti, ecc.),
controllo busta paga, scatti di anzianità , t.f.r., malattia e infortunio, assistenza legale,
CAF di BASE (assistenza fiscale),
assistenza previdenziale,
sportello salute, ambiente, sicurezza, infortuni, malattie professionali, ecc.,
assistenza alla persone handicappate,
assistenza ai lavoratori immigrati,
tutela ai consumatori in collaborazione con ACU (Associazione Consumatori Utenti)
consulenza e assistenza legale su tutti i problemi della casa (affitti, sfratti, patti in deroga)
Assieme possiamo fare molto
L’esigenza di bloccare il continuo peggioramento delle condizioni dei lavoratori, dei pensionati, delle prospettive per le nuove generazioni e la costruzione di una nuova stagione di miglioramenti richiederanno anni di lavoro e la disponibilità di molti a impegnarsi.
Il raggiungimento degli obiettivi che la CUB intende perseguire richiedono la messa in campo di un adeguato rapporto di forza per vincere la resistenza di quanti si oppongono alla loro realizzazione. il rapporto di forza deriverà dal numero di quanti si attiveranno per sostenere l’azione della CUB sia attraverso l’adesione, la partecipazione alle iniziative, promuovendo la costituzione della CUB nei luoghi di lavoro, informando altri lavoratori che esiste una valida alternativa all’attuale situazione, sia dando il proprio contributo di idee e se possibile di tempo.
c’è bisogno del sostegno e dell’impegno diretto di tutti noi, da ritagliare nell’orario di lavoro: ogni giorno bastano 10 minuti di pensiero e 20 centesimi lire perché non aderire? Ciascuno può impegnarsi secondo le proprie disponibilità e capacità . Facciamo crescere a macchia d’olio la nostra volontà di cambiare.
Se sei interessato alle nostre proposte, se condividi l’esigenza di costruire un forte sindacato di base, democratico, che risponde solo ai lavoratori, non metterti tra i rassegnati, assieme possiamo fare molto. Con la CUB si può.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *