CUB P.I. BENEVENTO: “Assalto alla Diligenza” (le imprese dei Dirigenti del Comune di Benevento), seconda puntata:  per compensare le PARTICOLARI RESPONSABILITA’ dei VIGILI URBANI degli UFFICI, il dirigente NEGA l’INDENNITA’ di funzione a quelli in STRADA.

“Assalto alla Diligenza” (le imprese dei Dirigenti del Comune di Benevento), seconda puntata:
per compensare le PARTICOLARI RESPONSABILITA’ dei VIGILI URBANI degli UFFICI, il dirigente NEGA l’INDENNITA’ di funzione a quelli in STRADA.

Comunicato stampa del 19 ottobre 2018

Con una nota inviata ai vertici amministrativi del Comune di Benevento abbiamo chiesto l’annullamento della disposizione di servizio n. 88276 del 10 ottobre scorso con la quale il Dirigente della Polizia Municipale, Vincenzo Catalano e il Comandante del Corpo, Giovanni Fantasia, hanno deciso di utilizzare il fondo salario accessorio per compensare solo i compiti di “Specifiche Responsabilità” per pochi vigili urbani senza pagare la Indennità di Funzione istituita con il nuovo Contratto Collettivo Nazionale per “l’esercizio di compiti di responsabilità connessi al grado rivestito” di tutti gli operatori.
Francamente stupisce che proprio i vertici della Polizia Municipale di Benevento abbiano deciso di rinunciare ad applicare il nuovo istituto contrattuale per compensare il particolare lavoro dei Vigili Urbani di questa città anche quelli esposti quotidianamente al lavoro su strada!
Gli incarichi per i compiti di Specifiche Responsabilità indicati nella disposizione in questione sono stati assegnati a 19 ufficiali ed operatori di polizia locale, normalmente non impegnati in attività di controllo viabilità, senza tener conto delle disposizioni contrattuali. Infatti, diversi vigili vengono indicati come “Responsabili” di vari uffici che non risultano mai costituiti perché con la riorganizzazione del Settore decisa a giugno scorso, sono stati previsti Servizi (peraltro in numero diverso da quelli indicati nella Struttura Organizzativa dell’Ente) e Nuclei. Gli “uffici” ai quali si fa riferimento nella disposizione prot. 88276 del 10 ottobre non sono stati mai indicati e tantomeno sono stati nominati i “responsabili”.
Inoltre, si rammenta che l’articolo 70-quinquies del Contratto Nazionale richiamato dall’art. 19 del Contratto Decentrato prevede che la indennità in questione debba essere riconosciuta solamente per “attività comportanti l’attribuzione di specifiche responsabilità che vadano oltre i normali compiti d’ufficio” ma tanto non si riscontra nei compiti assegnati ai 19 beneficiari indicati nella disposizione in oggetto indicata.
Considerato che si tratta di attribuzione di salario accessorio non conforme alle disposizioni del Contratto Nazionale e del Contratto Decentrato, abbiamo chiesto al dirigente Catalano, alla Segretaria Generale Cotugno, ai componenti la Delegazione di Parte Pubblica (dirigenti Verdicchio e Lanzalone), ai Revisori dei Conti e al Nucleo di Valutazione di annullare la disposizione in questione.
Aspettiamo di conoscere il parere dei 2 vigili urbani della UIL (compreso Fioravante Bosco) e dei 3 della CISL eletti tra i 12 della RSU.

Gabriele Corona, coordinatore aziendale
Alberto Zollo, coordinatore provinciale e componente la RSU

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *