Il Referendum Alitalia, Sindacato di classe come unica via.

flmu alitalia

Il Referendum Alitalia assieme alle nuove lotte operaie pone con forza la questione del sindacato di classe in Italia.

di Antonio Ferrari, Segretario Nazionale FMLUniti-CUB

Il risultato importante dei lavoratori Alitalia che, col referendum, hanno bocciato l’ennesimo accordo al ribasso dei sindacati concertativi col governo ed il fallimentare management della società’, segna una importante inversione di tendenza relativamente al protagonismo dei lavoratori.

Accade la stessa cosa con gli operai di Electrolux e quelli dell’Ilva di Taranto, ma potremmo proseguire con un lungo elenco di vertenze tutte caratterizzate da una parte dall’arroganza padronale, dal collaborazionismo di Cgil, Cisl e Uil e dall’altra da una ritrovata volontà di lotta dei lavoratori.

“Meglio morire in piedi lottando che morire comunque strisciando”  questa e’ la sintesi estrema che si sente in queste lotte.

Ma invece di ‘morire’ si puo’ cominciare a vincere o perlomeno a ‘non perdere’.

La crisi del sindacalismo confederale e’ irreversibile ma per passare dal rifiuto della concertazione alla lotta sindacale di classe è indispensabile un credibile progetto di costruzione di un Sindacato di Classe, che dall’eroica resistenza della Cub e di altri protagonisti del sindacalismo di base, di fronte al totale esaurimento dei margini del riformismo, renda ‘efficace’ la lotta sindacale.

Per questo, proprio da un settore centrale del sindacalismo, quello dei metalmeccanici, vogliamo contribuire a compiere questo «salto di qualità’».

Il conflitto principale e’, resta e sarà’ quello tra capitale e lavoro, certo in forme nuove ma non per questo meno cruciali.

Il pensare di sostituire questo assunto fondamentale con pratiche pansindacaliste e con idee da sindacato sociale fornirebbe una errata ciambella di salvataggio sia ai padroni che al sindacalismo concertativo agonizzante.

Sindacato di classe come unica via per l’organizzazione della lotta e della coscienza di classe dei lavoratori.

Questa la nostra consegna, questo il nostro impegno.

seg. naz. FLMUniti su Alitalia

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *