CIAO GIORGIO, GRAZIE DI TUTTO

QUESTA MATTINA PIERGIORGIO TIBONI CI HA LASCIATO
L’amico, il maestro, la persona con cui quasi ogni giorno ci sentivamo al telefono.

Ci confrontavamo su tutto. Era sempre presente quando ne avevi bisogno, sapeva trovare le parole giuste al momento giusto.

Aveva il grande dono della sintesi. Si era creato un bellissimo rapporto, onesto sincero, di amicizia vera.

Penso che a lui piacesse confrontarsi con me, di stimolarmi a crescere, sfidarmi a trovare delle soluzioni.

Ricordo che se  gli dicevo qualcosa che volevo fare, era sempre tutto sbagliato, non capivo niente, poi dopo qualche giorno mi richiamava e mi diceva sai che forse avevi ragione si può fare.
Ho in mente la sua frase quotidiana nei mie confronti, “fai delle battute di cazzo”. Ho quando mi diceva “tu sei peggio dei napoletani, ma hai la fortuna di vivere in un posto e in una terra con gente meravigliosa”.
Ricordo una pomeriggio di più di 10 anni fa seduti in una panchina in una piazza di Modugno (BA) di fronte alla sede CUB di allora quando gli ho detto che alla CUB serviva un ricambio generazionale la sua risposta è stata “la cosa che mi fa girare le palle e vedere le tante persone giovani come te che ci sono nella CUB e che non vedono le proprie capacita è non si rendono conto che hanno tutto il necessario per guidare una organizzazione come la nostra”. Questo era Giorgio,un tifoso interista sfegatato, un uomo che amava i dolci, amava da morire la pastiera napoletana e i limoni e gli agrumi di Sorrento.
Mi ricordo che insisteva perché tornasi in Argentina per vedere la mia famiglia e perché portasi i mie figli a conoscere il posto dove ero nato io, e la sua allegria il giorno che gli ho comunicato che tornavo a dicembre dell’anno scorzo, la sua battuta “lascia un po di carne per gli argentini mi raccomando”, già mi manca la sua battuta sarcastica quella che mi rispondeva al telefono negli ultimi mesi quando chiamavo “agli ordini capo, sono già in piedi”.
Giorgio diceva che “la forza della CUB è, che è diversa da ogni altra organizzazione sindacale, e la stiamo costruendo giorno per giorno”, Adesso riposa tranquillo Giorgio, perché è quello che continueremo a fare costruire la CUB giorno per giorno, come ci hai insegnato tu. Ciao Amico Mio. Marcelo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *