Monthly Archives: aprile 2018

FLAICA CUB CASERTA – CALVI RISORTA: SCIOPERO IL 7 E L’8 MAGGIO – ANCORA TROPPE LE QUESTIONI IRRISOLTE

62

COMUNICATO STAMPA CALVI RISORTA

 

Nonostante gli operatori abbiano ricevuto il saldo dello stipendio di dicembre 2016 e gli stipendi di gennaio e febbraio, resta confermato lo sciopero programmato per il 07 e l’8 maggio.

Troppe ancora le questioni irrisolte, come ad esempio le 200 euro trattenute immotivatamente dall’azienda sulla mensilità di settembre, i buoni pasto che l’azienda non corrisponde in modo corretto da due anni.

Purtroppo l’azienda proponendo il pagamento di una parte di quanto rivendicato dai lavoratori pensava di aver risolto tutto, invece la lotta continuerà fino a quando non saranno risolte tutte le vertenze avviate dalla FLAICA CUB.

Riteniamo che gli impegni assunti vadano onorati, soprattutto quando dall’altra parte ci sono lavoratori che hanno trascorso le feste Natalizie e quelle Pasquali con grandi difficoltà economiche, garantendo sempre il servizio.

La conferma delle giornate di sciopero è un messaggio chiaro che i lavoratori, dopo aver dimostrato il senso di responsabilità ed eseguito il loro dovere, vogliono inviare all’azienda:

Adesso i nostri diritti!

E NOI li assisteremo fino alla fine.

23.04.18

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: GIOVEDÌ 26 APRILE SECONDA ASSEMBLEA – 1° MAGGIO CORTEO – “PARALIZZATI COMUNE E AZIENDA”

IMG_20180421_103227

COMUNICATO STAMPA CAPUA

ORGANIZZATO PER IL 1° MAGGIO IL CORTEO DI PROTESTA IN SOSTEGNO DEGLI OPERATORI ECOLOGICI DI CAPUA

In attesa di ricevere la visita di qualche politico dell’attuale maggioranza, auspicando che qualcuno si scomodi per esprimere solidarietà e vicinanza, soprattutto alle famiglie degli operatori ecologici del Comune di Capua, vista la drammatica situazione economica in cui si trovano.

Comprendiamo che il momento forse non è favorevole agli operai, perché sono troppo lontane le elezioni, ma l’invito lo rivolgiamo principalmente a quei politici, seduti tra i banchi della maggioranza, che hanno chiesto fiducia a queste famiglie, a questi lavoratori, promettendo una svolta, una risoluzione della problematica riguardante il settore rifiuti a Capua e che invece oggi invece si ritrovano ancora in grande difficoltà, elemosinando un aiuto concreto alla stessa Politica.

Per questa ragione abbiamo scelto di manifestare nella giornata simbolo per i lavoratori, perché riteniamo che mai come oggi serva lottare per riappropriarsi della dignità che stanno tentando di togliere ai lavoratori di Capua e con orgoglio scendere di nuovo in piazza per protestare.

Il corteo partirà dalle sponde del Ponte Volturno alle ore 12:30 e si muoverà verso riviera Largo Porta Napoli, sarà osservata una sosta di fronte al Comune per protestare simbolicamente contro un’amministrazione latitante, a tutt’oggi, sorda ai richiami degli operai e delle loro famiglie.

Giovedì prossimo si terrà una seconda assemblea, nelle prime ore del mattino, per definire gli ultimi dettagli.

Teverola 23.04.18

F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: “CLAMOROSO” LA FALZARANO VERSA UN ACCONTO DI 500 EURO DOPO 20 GIORNI DI RITARDO – “E’ SUBITO ASSEMBLEA”

12346448_10204865737434991_5764494064738358736_n

COMUNICATO STAMPA CAPUA

SCANDALOSO!!

La Falzarano versa un misero acconto di 500 euro ai dipendenti.

Immediata la nostra risposta.

 

Prosegue la pessima gestione della celebre ditta Falzarano, entrata di diritto nell’élite delle peggiori aziende del casertano.

Ancora una volta siamo costretti a raccontare l’ennesimo gesto ripugnante, subito dai lavoratori del cantiere di igiene ambientale di Capua, eseguito con la ormai consueta arroganza che contraddistingue il regime, sul quale si fondano da oltre due anni, le disposizioni della quasi uscente ditta Falzarano.

La bizzarra, quanto indecorosa, decisione della Falzarano di predisporre il versamento di un misero acconto di 500 euro dello stipendio di febbraio, giunge con 20 giorni di ritardo rispetto alla scadenza del termine ultimo per pagare lo stipendio e rappresenta senz’altro un atto di elemosina verso quei lavoratori che hanno trascorso la Santa Pasqua senza stipendio, nonostante il Comune di Capua, nei gironi scorsi, abbia pubblicato le determine per il pagamento delle fatture all’azienda.

Auspichiamo che l’accaduto solleciti dure reazioni da parte del Comune, e ponga in essere tutte le più opportune azioni, per risolvere definitivamente questo annoso problema, liberandosi finalmente della Falzarano. Un’azienda che non perde occasione per dimostrare l’incapacità a gestire l’appalto ed osservare il puntuale e regolare pagamento degli stipendi, risultando, nostro malgrado, affidabile solo a pochi intimi operai, che rappresentano oltretutto altre sigle sindacali.

Nei giorni scorsi abbiamo chiesto al Comune di Capua di valutare l’applicazione di quanto previsto dall’art. 20 del C.S.A., il quale stabilisce una trattenuta del 20% dall’intero importo della fattura, nel caso in cui l’azienda aggiudicatrice dell’appalto sia irrispettosa dei contratti di lavoro.

Tuttavia, malgrado la comunicazione dell’azienda sia piombata improvvisa ai lavoratori, la nostra risposta non si è fatta attendere, per cui, immediatamente è stata indetta un’assemblea sindacale per sabato 7 aprile prossimo, che si terrà presso il cantiere sito in via Boscariello.

La vertenza ha avuto luogo lo scorso 26 febbraio, per questo lo stato di agitazione proclamato in pari data risulta ancora vigente, ma l’episodio di oggi contribuisce a rafforzare le motivazioni che ci hanno indotto a programmare altre due giornate di sciopero che si terranno nei giorni 10 e 11 aprile prossimo.

Purtroppo non possiamo escludere che l’episodio abbia ripercussioni negative sul servizio di raccolta per un significativo rallentamento delle attività di raccolta, per questo chiediamo ai Capuani di comprendere le ragioni dell’ennesima protesta.

Distinti saluti.

 

Teverola 05.05.18                                                   F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA