Monthly Archives: marzo 2018

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: DIFFIDATO IL COMUNE AD EFFETTUARE I PAGAMENTI ALLA ECOLOGIA FALZARANO –

22780286_1696253200446020_8794257647468915998_n

PRESENTATA UNA DIFFIDA AL COMUNE DI CAPUA

 

Nella giornata odierna è stata notificata una specifica richiesta di incontro, indirizzata all’spettorato del lavoro di Caserta, per discutere le numerose inosservanze al contratto collettivo di lavoro praticate dalla società Ecologia Falzarano a danno degli operatori ecologici del cantiere di igiene ambientale del Comune di Capua.

Contemporaneamente abbiamo diffidato il Comune di Capua a predisporre l’intero pagamento della fattura a favore dell’azienda, senza aver prima esaminato la nostra richiesta, poiché riteniamo che sussistano gli elementi per applicare quanto stabilito dall’art. 20 del Capitolato Speciale di Appalto, il quale dispone una trattenuta del 20%, dall’intero importo della fattura, in caso di inottemperanza dell’azienda agli obblighi fissati dai contratti di lavoro. La suddetta somma resterà bloccata fino a quando l’ispettorato del lavoro non abbia accertato che gli obblighi in capo all’azienda siano stati interamente adempiuti.

22851952_1696054897132517_3014702219592390964_n

Raggiunto telefonicamente nei giorni scorsi, l’Assessore Nacca ci ha anticipato che nella settimana corrente si riunirà la commissione deputata a nominare l’avvocato che assisterà il Comune nella rescissione contrattuale, ma riteniamo che il primo incarico sarà verificare quanto segnalato oggi dalla FLAICA CUB.

22815427_1696056247132382_3939266625022399196_n

Quest’atto dovrebbe riportare legalità e trasparenza sul cantiere r.s.u. di Capua, mettendo la parola fine alle numerose ingiustizie, delle quali non si registrano precedenti così negativi sul medesimo cantiere, alle pressioni di una società che con arroganza e superbia, invece di rispettare i diritti dei lavoratori, preferisce concentrarsi solo sulle sanzioni disciplinari, trascurando praticamente tutto il resto, senza dimenticare, poi, lo spiccato disinteresse alle denunce presentate da tutte le Organizzazioni Sindacali, tentando di imporre un regime che sembra ormai giunto al termine.

 

Teverola 26.03.18            

 F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

1706 - Cant. R.s.u. Capua - Segnalazione violazione contratti di lavoro-Diffida Comune di Capua - Richiesta Incontro Urgente - Azienda Ecologia Falzarano

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: “SCIOPERO” ADESIONE INCORAGGIANTE PARTECIPA PIU’ DEL 30% DEI LAVORATORI

Immagine

COMUNICATO STAMPA CAPUA

 

GLI ASTENUTI SONO RISULTATI PIU’ DEL 30%

NEL MESE DI APRILE SI REPLICA

SARANNO DUE LE GIORNATE DI SCIOPERO.

Dopo i tentativi di boicottaggio, da parte dell’azienda con la complicità di qualche dipendente, tutti peraltro andati a vuoto, è risultata buona ed incoraggiante l’adesione allo sciopero.

ORA PERO’ È TOLLERANZA ZERO!!!

Definirla divertente sarebbe troppo elegante, eppure nella nota ricevuta ieri dalla “mediocre” società Ecologia Falzarano è contenuta tutta la sua superficialità e l’incompetenza di un’azienda che con i suoi metodi, a dir poco farlocchi, da due anni sta creando disagi e difficoltà ai lavoratori e alle loro famiglie mai visti prima.

Tuttavia, provando ad interpretare il messaggio contenuto nella “singolare” lettera, si intuisce a fatica che l’azienda chiedeva alla Commissione di Garanzia di redarguire il sindacato perché, a suo dire, aveva proclamato uno sciopero definendolo pretestuoso e privo di fondatezza, roba d’altri tempi ed altri luoghi.

La stessa conclude arrangiando anche una fantasiosa segnalazione alla Commissione di Garanzia, indicando un volantino nel quale la FLAICA CUB rivendicava tra le tante mancanze lo stipendio di febbraio, per il quale avrebbe dovuto avviare lo stato di agitazione, manifestando di fatto un’incolmabile ignoranza della normativa che disciplina lo sciopero nel settore.

Che dire! Dopo una allegra lettura abbiamo compreso il vero intento della Ecologia Falzarano che era l’ennesima occasione per screditare l’esercizio della funzione sindacale operata dalla FLAICA CUB sul cantiere di Capua, offendendo l’intelligenza e la competenza che da sempre arricchisce questo prestigioso sindacato, per cui all’unanimità, siamo giunti alla conclusione che le relazioni sindacali seriamente compromesse con la Ecologia Falzarano e mai decollate realmente, siano giunte ormai al termine, questo atto ignobile rappresenta un punto di non ritorno per l’azienda.

Per questi motivi, nella prossima settimana, saranno presentate una serie innumerevole di denunce, segnalazioni e richieste di intervento per le continue violazione adoperate dall’azienda ai danni dei lavoratori, saranno decine le richieste che saranno inviate alla I.T.L. di Caserta sia per i provvedimenti disciplinari, spropositati, pretestuosi e illegittimi, che per le somme trattenute impropriamente dalla Ecologia Falzarano nei cedolini paga, nel contempo, sarà notificata un’apposita diffida al Comune nella quale chiederemo di sospendere i versamenti dei corrispettivi all’azienda, poiché come più volte segnalato, la stessa reiteratamente opera in violazione dei contratti di lavoro, siamo pronti, se necessario, anche a rivolgere uno specifico intervento al Presidente dell’ANAC Raffaele Cantone.

Nonostante le numerose manifestazioni di sciopero, le innumerevoli e assemblee indette nell’arco di appena due anni, le quali hanno inciso negativamente sul bilancio familiare dei lavoratori, ad oggi possiamo affermare con certezza che la situazione è identica, per cui, a partire da lunedì i nostri sforzi avranno un’unica finalità, affiancare il Comune nella difficile ma non impossibile impresa di risolvere il contratto con questa azienda.

Nei prossimi giorni annunceremo altre due giornate di sciopero, che si terranno presumibilmente nel mese di aprile, siamo decisi a rivendicare il puntuale pagamento dello stipendio, ancora più determinati a richiedere la regolare corresponsione di tutte le voci che mancano nella busta paga e che hanno un peso considerevole in termini economici competenze, ma in special modo manifesteremo contro la repressione sindacale, per difendere la libertà sindacale.

La Nostra è un’occasione servita nelle mani dei lavoratori per invertire la rotta e uscire definitivamente da questo stato di cose.

 

Teverola 24.03.18            

 

F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: CONFERMATO LO SCIOPERO IL PROSSIMO 24 MARZO

FALZARANO ECOLOGIA 1

COMUNICATO STAMPA CAPUA

 

CONFERMATO LO SCIOPERO DEL 24 MARZO.

 

Nessuna notizia positiva giunge dall’azienda, in merito al pagamento della retribuzione di febbraio, per cui, resta vigente lo stato di agitazione e di conseguenza confermato lo sciopero indetto per il prossimo 24 marzo.

Il Comune sembra non abbia preso in considerazione la richiesta, nella quale si chiedeva di provvedere al pagamento diretto delle retribuzioni ai lavoratori attraverso l’applicazione dei poteri sostitutivi, nonostante lo stesso abbia provveduto a pubblicare bando per conferire l’incarico ad un avvocato esterno e farsi assistere legalmente nell’eventuale risoluzione del contratto con l’azienda Falzarano.

Una situazione davvero allarmante, che purtroppo viene sottovalutata da una parte di operai associati ad altri sindacati, affezionati più ad improvvise proteste spontanee, senza alcuna copertura giuridica, che a rivendicare con forza il diritto allo stipendio attraverso le procedure messe a disposizione dalla LEGGE.

 

Il fatto che l’azienda, prima di pagare gli stipendi, attenda di riscuotere la fattura dal Comune mentre lo stesso prosegua verso la strada della recessione del contratto con l’azienda, rende chiara l’dea di quanto sia complicata la faccenda, dove gli unici a rimetterci saranno ancora una volta i lavoratori, costretti ad attendere che il miracolo degli stipendi si compia prima della Santa Pasqua.

Ma tante sono le questioni ancora in sospeso con l’azienda, la maggior parte riferite al mancato riconoscimento in busta paga di istituti contrattuali, previsti da un già misero ccnl di categoria, senza tralasciare una numerosa serie di provvedimenti disciplinari, senza ombra di dubbio spropositati, che l’azienda si ricorda di notificare ai lavoratori in coincidenza del periodo in cui si terrà lo sciopero, supponiamo che sia l’ennesimo espediente architettato per scoraggiare quanti più lavoratori, anche non iscritti alla FLAICA CUB, ad aderire allo sciopero di sabato prossimo.

 

Per queste ragioni ipotizziamo che, lo scenario che si apprestano a vivere i lavoratori a pochi giorni dalle festività Pasquali, sia sempre più desolante.

Serve un’inversione di rotta per uscire definitivamente dal gigantesco labirinto in cui sono immersi gli operatori ecologici del cantiere r.s.u. di Capua, NOI CI SIAMO!

 

Teverola 21.03.18                                                                         

 

F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: PRESENTATA AL COMUNE LA RICHIESTA DI APPLICAZIONE DEI POTERI SOSTITUTIVI

20171028_110320 (1)

PARTITO IL CONTO ALLA ROVESCIA

OBBIETTIVO FAR TRASCORRERE SERENAMENTE LA FESTIVITÀ PASQUALE AGLI OPERATORI ECOLOGICI DEL CANTIERE R.S.U. DEL COMUNE DI CAPUA.

ADESSO TOCCA ALL’ENTE PROVVEDERE AGLI ATTI NECESSARI PER AVVIARE LA PROCEDURA PREVISTA DAL COMMA 6 DELL’ART. 30 DEL D.LGS. 50 DEL 2016.

1686 - Cant. R.s.u. Capua -Segnalazione inadempienza per mancato pagamento retribuzioni - Azienda Ecologia Falzarano

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: FORMALIZZATO IL PRIMO ATTO VERSO LA RICHIESTA DI APPLICAZIONE DEI POTERI DI SOSTITUTIVI

Immagine

COMUNICATO STAMPA CAPUA

 

AVVIATO IL PRIMO ATTO VERSO LA RICHIESTA DI APPLICAZIONE DEI POTERI SOTITUTIVI!!

 

Nella odierna giornata è stata inviata all’azienda Ecologia Falzarano una specifica richiesta, per ricevere informazioni utili riferita sia in merito ai pagamenti della retribuzione di febbraio, in scadenza il prossimo 15 marzo, che per quella di gennaio, ancora attesa da alcuni lavoratori, ultimo passo dovuto prima di chiedere al Comune di Capua l’applicazione dei poteri sostitutivi.

Tuttavia il Comune sembra fare sul serio, nella marcia verso la recessione contrattuale, come palesemente si comprende dalla Delibera di Giunta n.23, pubblicata ieri sull’albo pretorio del Comune di Capua, nella quale si avvia la manifestazione di interesse per conferire l’incarico ad un legale esterno per essere assistenza contrattualistica e risoluzione di tutte le problematiche originate dall’appalto in forma associata con i Comuni di Grazzanise e S. Maria la Fossa.

Siamo preoccupati perché le intenzioni dell’Ente, ammesso che siano legittime, alimentano un clima di forte incertezza, e supponiamo che la situazione potrebbe complicarsi ulteriormente, poichè l’azienda, prossima alla risoluzione del contratto di appalto, potrebbe rifiutarsi di pagare gli stipendi di febbraio, ma che soprattutto non metta proprio in conto di saldare gli stipendi di gennaio a quei lavoratori esclusi.

Proprio per questo riteniamo che i nostri sforzi debbano convergere in maniera convinta verso il conseguimento dell’applicazione dei poteri sostitutivi da parte del Comune di Capua, crediamo che questa sia l’unica strada da percorrere per evitare il peggio, senza dimenticare che siamo in prossimità della Santa Pasqua e che questi dipendenti provengono da numerose festività trascorse amaramente.

Teverola 13.03.18                                                                         

 

 F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CANTIERE R.S.U. VITULAZIO – IL COMUNE PAGA DIRETTAMENTE LE RETRIBUZIONI DI GENNAIO – “SODDISFAZIONE ANCHE PER L’INSERIMENTO DEL 15° DIPENDENTE PRECEDENTEMENTE ESCLUSO”

received_136662280382337

COMUNICATO STAMPA – CANTIERE R.S.U. VITULAZIO

PAGATE LE RETRIBUZIONI DI GENNAIO A TUTTI I DIPENDENTI

ANCHE LA 15° UNITA’

 

Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto, finalmente anche la 15° unità è stata inserita nell’elenco dei lavoratori da retribuire direttamente dal Comune.

Va riconosciuto un grande merito anche al dirigente Comunale cha ha condiviso la nostra interpretazione della normativa disciplinata dal Nuovo Codice sugli Appalti Pubblici ed alla Commissione Straordinaria che ha autorizzato la disposizione.

Infatti in data 07 marzo u.s. il Comune ha determinato il pagamento diretto delle spettanze del mese di gennaio alle 15 unità e, diversamente da quanto autorizzato nella precedente determina, sono state liquidate anche le retribuzioni di dicembre e gennaio al dipendente che era stato escluso.

La FLAICA CUB da diverso tempo è orientata a chiedere ai Comuni l’osservanza di quanto previsto dall’art. 30 del D.lgs. 50 del 2016 in special modo in quei cantieri in cui le aziende, a causa di difficoltà economiche strutturali, sono impedite a provvedere con puntualità ed in autonomia al pagamento degli stipendi ai lavoratori.

Questo episodio rappresenta un precedente positivo rispetto anche a quanto sosteniamo da tempo, ovvero, che il Comune debba provvedere al pagamento diretto delle retribuzioni a tutti i lavoratori impiegati dalle società per l’esecuzione del contratto e non solo a quelli che formano la pianta organica del cantiere.

Per queste ragioni eravamo nettamente contrari all’esclusione del dipendente dal precedente pagamento diretto, se non altro perché lo stesso aveva presentato un ricorso ai sensi dell’ex art.700 del c.p.c. il quale era stato accolto dal Giudice del Tribunale del Lavoro, che aveva sentenziato il reintegro sul posto di lavoro poiché il lavoratore presentava tutti i requisiti previsti dalla legge.

Pertanto accogliamo con enorme favore che anche i dirigenti del Comune di Vitulazio ed i componenti della Commissione Straordinaria, ritengano che la normativa applicata per adempiere a quanto disciplinato dal D.lgs. 50 del 2016 sia cosa ben diversa dal riconoscere l’acquisizione di diritti, per i quali, bisogna necessariamente recarsi presso strutture deputate ad emettere sentenze.

Teverola 12.03.18

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: GIUSTIZIA E’ STATA FATTA – LA I.T.L. DI CASERTA CONDANNA LA ECOLOGIA FALZARANO

Immagine

COMUNICATO STAMPA CAPUA

GIUSTIZIA È FATTA !!

LA FALZARANO CONDANNATA DALL’ISPETTORATO DEL LAVORO AL RICONOSCIMENTO DEL LIVELLO DI INQUADRAMENTO ED AL PAGAMENTO DEGLI SCATTI DI ANZIANITA’ NON RICONOSCIUTI AD UN DIPENDENTE DEL CANTIERE R.S.U. DI CAPUA.

Siamo molto soddisfatti perché finalmente è stata fatta giustizia per quel dipendente che si vide scippare un diritto acquisito dalla Ecologia Falzarano causando un grave danno economico allo stesso.

Il 26 gennaio dell’anno 2016 si tenne il passaggio di cantiere dei dipendenti del cantiere r.s.u di Capua tra le aziende Consorzio Sinergie e la Ecologia Falzarano.

Nell’elenco del personale, documento necessario per il proseguo della riunione, consegnato all’azienda Falzarano, erano elencati i dipendenti aventi diritto al passaggio di cantiere con le relative figure professionali.

Nonostante l’esclusione di 11 unità, successivamente reintegrate dal Giudice del Tribunale del Lavoro, le OO.SS. presenti siglarono il verbale di accordo, per cui, le operazioni di trasferimento del personale si conclusero positivamente per 40 unità, tra le quali era inserito un dipendente inquadrato con il 7° livello.

Lo stesso, a partire dalla prima busta paga di febbraio 2016, si accorse che la Falzarano avevano arbitrariamente ridotto il suo livello dal 7° al 5°.

La FLAICA CUB avviò rapidamente una serie di azioni sindacali per chiedere il ripristino dell’originario profilo professionale del dipendente, evidenziando la gravità della decisione in quanto, oltre all’esclusione degli 11 lavoratori, lo stesso risultava l’unico dipendente ad essere stato oggetto di un palese atto discriminatorio.

La Falzarano nel corso di questi 2 anni ha sempre sostenuto una tesi fantasiosa e priva di ogni opportuno e documentale fondamento che provasse le ragioni di un evidente accanimento nei confronti dello sfortunato lavoratore.

Ebbene il 13 febbraio scorso la I.T.L. di Caserta ha sentenziato, affermando che l’operato dell’azienda non è risultato conforme alla previsione del CCNL di appartenenza, notificando alla Ecologia Falzarano una diffida accertativa per crediti patrimoniali, ai sensi dell’art.12 del D.Lgs.124/2004, per le differenze retributive scaturite dall’errato inquadramento e per il mancato riconoscimento degli scatti di anzianità.

Una grande risultato che orgogliosi rivendichiamo, perché abbiamo creduto nelle istituzioni, con costante caparbietà abbiamo difeso i diritti del lavoratore, un obbiettivo raggiunto che sicuramente arricchisce lo straordinario e lungo elenco di risultati positivi della FLAICA CUB, ma che rappresenta un importante risultato nella lotta contro le ingiustizie e le discriminazioni nei luoghi di lavoro.

Teverola 08.03.18                                                          F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

Nuovo documento-page-001

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: ANNUNCIATO LO SCIOPERO PER IL 24 MARZO

IMG_20170520_181228_564

COMUNICATO STAMPA CAPUA

ASSENTE LA FALZARANO ALL’INCONTRO IN PREFETTURA

PROCLAMATA UNA GIORNATA DI SCIOPERO IL PROSSIMO 24 MARZO

 

All’incontro tenuto lo scorso 6 marzo, presso la Prefettura di Caserta, oltre alla partecipazione degli agenti della DIGOS interessati alla vertenza, era presente per il Comune di Capua l’Assessore all’ambiente G. Nacca.

Il principale tema affrontato, dopo aver riscontrato l’assenza dell’azienda, è stato quello del metodo di pagamento utilizzato dalla stessa per corrispondere la retribuzione di gennaio, infatti all’appello risultano ancora una decina di operai senza stipendio.

L’Assessore ha ribadito di aver predisposto tutti gli atti necessari a tutela dell’Ente e, nel contempo, ha confermato che tutti gli sforzi sono indirizzati e finalizzati per avviare le procedure per l’applicare dei poteri sostitutivi e pagare direttamente le spettanze a tutti i lavoratori.

 

A tal proposito, censurato l’atteggiamento dell’azienda irrispettoso delle autorità presenti all’incontro, abbiamo sollecitato l’Assessore a proseguire su questa strada affinché si possa giungere in tempi brevi alla realizzazione di quanto affermato ed evitare che i dipendenti trascorrano l’ennesima Santa Pasqua senza soldi, per queste ragioni è stato anticipato che il 16 marzo la FLAICA CUB CASERTA segnalerà l’eventuale mancato pagamento della retribuzione di febbraio.

Pertanto, preso atto dell’impegno concreto messo in campo dall’Assessore Nacca, a causa della mancata partecipazione dell’azienda, la quale continua ad eludere il confronto e la corrispondenza con la FLAICA CUB, l’esito della riunione è stato dichiarato negativo, per cui, è stata proclamata una prima giornata di sciopero sabato 24 marzo.

 

Teverola 07.03.18

 

F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

« Older Entries