Monthly Archives: febbraio 2017

FLM CUB: TIM IN LOTTA!!!!

foto tim 1

TIM IN LOTTA !!

Oggi 25 FEBBRAIO 2017 i dipendenti TIM manifestano per la propria dignità, per respingere l’ennesimo attacco ai propri diritti e ai diritti delle future generazioni ! Le continue “pretese” aziendali degli ultimi decenni sono state pagate dai lavoratori e dalla collettività e tutto ciò solo a causa di manager incompetenti e una politica collusa che ha permesso dapprima la vendita a debito di un asset strategico del paese, poi il suo impoverimento con la svendita dei propri gioielli (quasi tutte le partecipazioni internazionali e gran parte del patrimonio immobiliare), quindi la concessione di strumenti di integrazione salariale al solo scopo di garantire l’arricchimento di imprenditori senza scrupoli che contemporaneamente a questi aiuti di stato si liberavano dei lavoratori (i dipendenti si sono dimezzati in pochi anni) e toglievano diritti a quelli che restavano. Adesso l’azienda chiede ancor di più, forte di sindacati compiacenti e del job act “fallimentare” del governo Renzi che (dati di questi giorni) ha prodotto “meno occupazione” nel 2016 rispetto al 2014 (quando ancora c’era l’art.18), ha indebolito ancor di più le tutele dei lavoratori e in breve tempo li renderà TUTTI precari. E’ questo il mondo del lavoro che il mondo politico/economico vuol lasciare ai nostri figli (NO AI LORO!) e noi oggi/domani siamo/saremo in piazza per difendere questi diritti e riconquistare quelli persi, perché NOI SIAMO UOMINI, NO BESTIE DA SFRUTTARE E DISFARSI QUANDO NON PIU’ PRODUTTIVI COME VUOLE IL PADRONE! STIAMO LOTTANDO PER TIM, PER LE AZIENDE IN APPALTO, PER IL MONDO DEL LAVORO IN TUTTA ITALIA, PER LASCIARLO AI NOSTRI FIGLI QUANTOMENO COME I NOSTRI PADRI LO HANNO LASCIATO A NOI, NO PEGGIORE COME LO STANNO COSTRUENDO !!!!

foto tim 1 fot tim2

IBM – Segretissimo accordo “confidenziale”: Arriva “Watson Health” proprio a Milano” il primo centro in Europa.

Watson Health

PRIVACY & IBM: il gruppo USA creerà una piattaforma per la gestione delle informazioni mediche, che però potranno essere usate “per finalità ulteriori rispetto ai progetti” .

A Ibm tutti i nostri dati sanitari.

Saranno consegnate notizie su MALATTIE, FARMACI AQUISTATI, CARTELLE CLINICHE, DIAGNOSI E COSTI MEDICI.
In cambio della nuova sede sull’area Expo
Documento segreto “Come presupposto per realizzare il Programma ed effettuare l’investimento , Read more

CUB: Polizza vita, quante insidie nascoste nelle promesse di “Valore Futuro”

17-02-beppescienza

Facciamo un po’ di educazione finanziaria, ma non come la intendono le banche italiane per abbindolare meglio i risparmiatori, col beneplacito della Banca d’Italia e il supporto di qualche sedicente associazione di consumatori.
Vediamo come smontare una proposta di Alleanza Assicurazioni, comunque non tanto diversa da quelle di altre compagnie. Il prodotto si chiamaValore Futuro e facciamo grazia ai lettori della stucchevole retorica costruita intorno al nome.
Un inesperto viene facilmente tratto in inganno dalle allusioni, dalle espressioni capziose, dalle mezze promesse ecc. di cui abbondano i suoi documenti e pagine web. Chi invece sa leggere fra le righe, ne starà accuratamente alla larga.
Per cominciare è una polizza a vita intera, che già è una vecchia formula insulsa. Priva del tutto o quasi di contenuto assicurativo, è stata riesumata unicamente perché alle compagnie e alle banche fa solo guadagnare soldi, senza impegnarle a nulla.
Per di più si tratta di una complicata combinazione di una assicurazione rivalutabile collegata a una gestione interna c.d. separata e di una polizza agganciata a fondi comuni o simili. Un marchingegno, privo comunque di ogni trasparenza, che capirà a dir tanto lo 0,5% degli italiani.
Sorvoliamo che proclama che “Valore Futuro consente flessibilità in uscita, già a partire dal secondo anno”, per non dire chiaro e tondo che il risparmiatore è incastrato per un anno.

Soprattutto uno legge che esso offre “protezione del capitale” e logicamente si immagina che ciò gli assicuri che recupererà almeno quanto versato. Invece no, perché in realtà si allude solo a “una particolare tecnica di gestione che minimizza le possibilità di perdita del capitale”, frase altisonante ma vuota di significato in assenza di ogni specificazione numerica. È ripetuta in neretto “protezione del capitale” e solo in caratteri più piccoli si legge che essa non garantisce la conservazione del capitale. In pratica, nessuna garanzia di Alleanza o di altri che escluda una perdita totale. Protezione non significa nulla.
Leggiamo anche che “l’ammontare del capitale investito in gestione separata mira a fornire al termine del periodo traguardo un importo almeno pari al premio netto investito”. Di nuovo un obiettivo che Alleanza sbandiera senza nessun impegno contrattuale, imbastito sull’ipotesi implicita di un rendimento del 3,5% annuo per i prossimi anni e decenni. Coi tassi attuali, una previsione campata in aria; e comunque in spregio del limite più basso della delibera n. 157 del 13-10-2015 dell’autorità di vigilanza (Ivass).
Beppe Scienza

20 Febbraio 2017 :: Beppe Scienza :: Alla larga dal Risparmio Gestito

Articolo sul Fatto Quotidiano del 20-2-2017 a pag. 18

17-065-beppe-scienza-polizza-vita-allianz

FLAICA CUB CASERTA: DIFFIDATO IL COMUNE DI SANT’ARPINO

images (1)

Sant’Arpino. Con il documento protocollato il 21 febbraio 2017 presso l’Ufficio preposto del Comune e indirizzato, tra gli altri, al Sindaco di Sant’Arpino Giuseppe Dell’Aversana e all’assessore all’ambiente Caterina Tizzano,  la FLAICA CUB di Caserta ha diffidato il Comune di Sant’Arpino e il Consorzio Unico di Bacino NA-CE per alcune presunte assunzioni effettuate dall’azienda che svolge il servizio di raccolta rifiuti sul territorio santarpinese.

Infatti dai documenti risulta che il Comune di Sant’Arpino abbia permesso all’azienda che svolge il servizio di raccolta rifiuti sul proprio territorio di assumere personale interinale. Il documento evidenzia una palese violazione della norma regionale numero 14/16 in materia di rifiuti ovvero degli articoli 40-43-44 e nello specifico del divieto di assunzione.

Con queste premesse, come sindacato invitiamo e diffidiamo il Consorzio Unico di Bacino delle Province di NA-CE ad impugnare qualsiasi atto che sia ostativo alla ricollocazione del personale dipendente creandone un danno economico ed esistenziale.

Inoltre, invitiamo e diffidiamo Il Comune di Sant’Arpino a non far avviare, direttamente o indirettamente, alcun iter per assunzioni ex novo o interinali e a non incorrere in danno erariale in quanto i Comuni sono tenuti a determinare gli importi dovuti dai contribuenti a copertura integrale dei costi derivati dal complessivo ciclo di gestione rifiuti. Costi che prevedono la copertura economica dei legittimi titolari all’espletamento del servizio, ovvero i lavoratori dei Consorzi (L. 26/10)

Invitiamo, infine, le istituzioni a vegliare in garanzia del rispetto della legge.

FLAICA CUB CASERTA

FLAICA CUB: RINNOVO CCNL FISE-UTILITALIA – PRIMI SEGNALI NEGATIVI

vf8

Un BIDONE il rinnovo del CCNL Fise/Assoambiente ed Utilitalia.

Riteniamo necessario chiedere a FISE e ad UTILITALIA una sospensione immediata delle variazioni disposte nell’accordo per il rinnovo del CCNL di categoria, poiché in appena due mesi abbiamo riscontrato una marea di difficoltà rappresentata dagli operatori ecologici.

Gli stessi operatori hanno percepito sulla propria pelle quello che enunciavamo molti mesi fa, ovvero l’aumento dell’orario di lavoro a parità di salario, un significativo aumento dei carichi di lavoro.

E le aziende ringraziano

Le aziende favorite da questo rinnovo contrattuale, per tratto un importante vantaggio, esultano per aver strappato un enorme potere e si affrettano per installare macchinette per il rilevamento elettronico delle presenze.

Una legittima disposizione che, però, si scontra con la sempre più precaria condizione igienico sanitaria in cui sono costretti ad operare gli addetti ai sevizi ambientali, poiché alcune aziende, dopo anni di gestione del servizio, non hanno mai consegnato attrezzati luoghi di lavoro adeguati alle esigenze dei lavoratori.

I lavoratori non sono stupidi 

In sostanza questo rinnovo del CCNL in appena 60 giorni ha contribuito ad evidenziare in maniera molto chiara la netta distanza tra lavoratori e i sindacati cosiddetti “FIRMAIOLI ” FPCGIL-FITCISL-UILTRASPORTI E FIADEL, i quali dichiaravano una schiacciante vittoria del “SI” ai referendum promossi nei diversi cantieri.

Distanza che la FLAICA CUB è decisamente intenzionata a colmare, consegnando ai lavoratori un diritto imprescindibile ed inderogabile quale è il diritto di esprimere la propria opinione.

0686-Cantieri R.S.U. Regione Campania -Richiesta Incontro Fise-Utilitalia - Preavviso Stato di Agitazione

« Older Entries