Category Archives: Cub Flaica

FLAICA CUB CASERTA – CASAPESENNA: IL SINDACO HA PREVISTO UN EMERGENZA IGIENICO SANITARIA CHE SI MATERIALIZZERÀ SUL TERRITORIO DI CASAPESENNA IL PROSSIMO 30 LUGLIO “INSUPERABILE”

3935b2c450644627891172d8775e6872-26065-kpGH-U11011853325470s4E-1024x576@LaStampa.it

CANTIERE R.S.U. CASAPESENNA

COMUNICATO STAMPA

 

 

A Casapesenna è prevista un’emergenza igienico sanitaria a far data dal 30 luglio fino al 18 agosto.

Questo è quanto abbiamo appreso nell’Ordinanza n.15 del 26/07/2018 pervenuta direttamente dal Comune di Casapesenna.

Sembra una fake news, in realtà è tutto vero. Il Sindaco De Rosa, in attesa che venga aggiudicata la gara, ha provveduto a risolvere il contratto con la Leucopetra motivando la risoluzione attraverso un’ordinanza sindacale contingibile ed urgente ai sensi dell’art.191 della Testo Unico Ambientale.

Infatti, nel documento, viene espressamente denunciato un’interruzione del servizio di raccolta, smentita seccamente dai lavoratori che abbiamo contattato i quali operano regolarmente ogni giorno sul cantiere di igiene ambientale di Casapesenna.

Anzi quello che risulta è che gli operatori ecologici, nonostante la mancata corresponsione della retribuzione di giugno e della quattordicesima, con grande senso di responsabilità stanno provvedendo alla pulizia del territorio.

Immaginiamo che forse il Sindaco abbia confuso i disservizi, con i rallentamenti di conferimento della frazione secco indifferenziato, dovuti alle note difficoltà che stanno interessato lo S.T.I.R. di S. Maria C.V., determinando code chilometriche e rallentamenti nella raccolta in tutta la Provincia di Caserta.

La FLAICA CUB, a differenza di qualche altra organizzazione sindacale, non ha mai sostenuto o preferito per questa piuttosto che quell’altra azienda, o quell’altro Sindaco o ancora partito politico, restando ben ancorata al principio per cui si fonda questa Organizzazione Sindacale che è la salvaguardia dei diritti dei lavoratori, dello Statuto dei Lavoratori, della Costituzione Italiana, sembra doveroso, però, ammettere che la Leucopetra ha onorato tutti i pagamenti fino qui percepiti dai lavoratori nonostante il debito accumulato con il Comune di Casapesenna.

Addirittura, in occasione di un recente incontro, l’azienda ci comunicò che dal mese di marzo non pervenivano pagamenti dal medesimo Comune.

Sembra davvero difficile risollevare le sorti di questo settore, soprattutto nella nostra Provincia, sempre più in mano a persone inesperte che senza un briciolo di buon senso si preoccupano di eludere le proprie responsabilità piuttosto che concentrare i loro sforzi affinché si incrementino le percentuali di raccolta differenziata e si possa finalmente abbassare la tariffa sui rifiuti ai cittadini, i veri penalizzati da questo business.

 Teverola 26.07.18

                           F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

2024 - Cant. R.s.u. Casapesenna - Richiesta urgente chiarimenti – Preavviso segnalazione ASL Caserta - Azienda Leucopetra S.p.A.

Lett Trasmissione e ORDINANZA_15

FLAICA CUB CASERTA – VITULAZIO: PRESUNTE NUOVE ASSUNZIONI “IMMEDIATO IL NOSTRO INTERVENTO”

received_136662373715661

CANTIERE IGIENE AMBIENTALE COMUNE DI VITULAZIO

                          COMUNICATO STAMPA

 

A pensar male è peccato ma a volte si indovina.

Clamoroso!

Da oggi sul cantiere di igiene ambientale del Comune di Vitulazio sono magicamente comparsi due nuovi operai, assunti presumibilmente dalla società Econova S.r.L.

Un autista ed un operatore ecologico, rigorosamente senza divisa e probabilmente senza visite mediche, a supporto del personale già presente sul medesimo cantiere, eppure l’azienda di recente aveva dichiarato un esubero di personale e gravi perdite in termini economici.

Insomma il quadro che presenta quotidianamente il cantiere di igiene ambientale di Vitulazio è sempre più inquietante, assumendo sempre più i contorni di un vero e proprio complotto che ha visto il licenziamento illegittimo di un lavoratore, padre di 3 figli.

Siamo determinati a proseguire, con l’abile perseveranza che da sempre contraddistingue la FLAICA CUB, la nostra azione sindacale sia per smascherare i registi occulti di questo ignobile atto che per riportare legalità e trasparenza sul cantiere di igiene ambientale del Comune di Vitulazio, consapevoli che nella nostra Provincia sembra sempre più difficile pretende il rispetto delle Leggi.

Teverola 24.07.18                                                 F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CARINOLA: VERTENZA VERSO LA RISOLUZIONE DEFINITIVA “GRAZIE AL NOSTRO INTERVENTO”

22851952_1696054897132517_3014702219592390964_n

CANTIERE IGIENE AMBIENTALE COMUNE DI CARINOLA

 COMUNICATO STAMPA

 

Grazie alla perseveranza della FLAICA CUB e all’impegno concreto del Comune di Carinola, sembra giunta ad una svolta positiva la vicenda che vede gli operatori ecologici di Carinola senza stipendio da 7 lunghi mesi.

Infatti, dopo i ripetuti allarmi lanciati dalla FLAICA CUB, è giunta una comunicazione dal Comune di Carinola, nella quale sono convocati i sindacati per concordare le modalità per il passaggio di cantiere dei lavoratori che presentano i requisiti previsti.

Primo significativo passo in avanti, ma non basta, serve chiarire ancora alcuni aspetti per avviare la vertenza alla conclusione definitiva.

Per prima cosa chiederemo garanzie per mantenere inalterato il rapporto di lavoro dei dipendenti evitando di perdere continuità nel percorso storico degli stessi, per poi difendere la tenuta dei livelli occupazionali che storicamente presenti sul medesimo cantiere di igiene ambientale.

È chiaro che una volta interrotto il rapporto contrattuale, tra Comune e azienda, l’Ente sarà liberato dagli ostacoli burocratici che impedivano allo stesso l’applicazione dell’art. 30 del D.Lgs. 50/2016, per questo motivo, chiederemo al Comune di provvedere in tempi rapidissimi al pagamento delle retribuzioni ai lavoratori attraverso la forma diretta, così come previsto dal Nuovo Codice sugli Appalti Pubblici.

Supponiamo che la faccenda possa concludersi nel giro di qualche giorno, restituendo ai lavoratori una migliore condizione lavorativa, in termini economici.

Insomma esultiamo moderatamente per il risultato raggiunto, consapevoli delle difficoltà ancora da superare.

Teverola 21/07/2018

                 F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – VITULAZIO: “CLAMOROSO QUANTO EMERGE DALL’ELENCO DEL PERSONALE” – IL QUADRO E’ QUASI COMPLETO

vignetta_chi_siamo

CANTIERE R.S.U. VITULAZIO

                                                   COMUNICATO STAMPA

Ricevuta dal Comune di Vitulazio anche la copia dell’elenco del personale aggiornato al mese di giugno 2018.

Da una prima analisi spunta subito un dato piuttosto inquietante.

Ebbene l’azienda ha disposto il licenziamento di un autista di 4° livello, previsto dal capitolato speciale d’appalto, per mantenere un capo servizio di 5° livello, non previsto dallo stesso capitolato.

Praticamente la Econova licenzia un’unità operativa per finanziare una nuova figura professionale non prevista nei costi del personale dell’attuale gara, con i soldi dei contribuenti del Comune di Vitulazio.

Quanto avvenuto sul cantiere r.s.u. di Vitulazio è a dir poco scandaloso, desta forte preoccupazione soprattutto il fatto che ci siano sindacati che pur di mantenersi una tessera sindacale sono capaci di tutto.

Definiamo ancora una volta vergognoso l’atteggiamento del sindacato che, senza alcuna documentazione e coscienza della condizione attuale in cui versano i lavoratori, si presenti ad un incontro per una così delicata questione.

Riepilogando,

L’azienda in seguito al passaggio di cantiere convocava la FLAICA CUB, in quanto unico sindacato presente tra le 15 unità in forza al cantiere r.s.u. di Vitulazio, per dare seguito alle operazioni di ristrutturazione aziendale perché, a suo dire, riscontra un esubero di personale dovuto all’assunzione di 15 unità a fronte di 14 previsti dalla gara.

Successivamente, non avendo elementi utili a sostegno di quanto dichiarato dall’azienda, chiediamo di rinviare l’appuntamento solo dopo aver esaminato la documentazione richiesta e mai ricevuta dall’azienda per esprimere un adeguato giudizio in merito, documentazione acquisita solo oggi grazie al tempestivo intervento del Comune di Vitulazio.

L’azienda non contenta, ed oggi ne comprendiamo ancor più chiaramente il motivo, convoca una serie di sindacati, mai visti dai lavoratori, per proseguire la procedura prevista dal ccnl di categoria, ovvero il famoso articolo 7.

Dei tanti sindacati coinvolti se ne presenta solo uno, il quale rilascia una dichiarazione apparentemente a favore del lavoratore, giusto per mettersi al riparo da eventuali ripercussioni di carattere giudiziario, senza preoccuparsi minimamente di verificare gli atti di gara, le figure professionali del personale interessato, dei costi di gestione del parco automezzi, dei servizi svolti dall’azienda, nulla di tutto questo.

A quel punto l’azienda, conclusa la procedura perché in possesso di una verbale, liberata dal fattore procedurale, licenzia il lavoratore, senza peraltro indicare un valido criterio di individuazione.

In seguito sparisce il sindacato, che aveva presenziato all’incontro, sparisce l’azienda, che aveva scritto fiumi di parole prima del licenziamento, spariscono gli iscritti al sindacato, poichè ci risulta che a causa dei mancati pagamenti l’unico sindacato ad aver proclamato lo stato di agitazione risulta, come sempre accade, la FLAICA CUB che oggi sembra ritornato l’unico sindacato presente sul cantiere r.s.u. di Vitulazio. Eppure sembra che questo sindacato molto presente nella Provincia di Caserta, sia nei trasporti che nell’igiene ambientale.

Siamo giunti ad un buon punto dell’intera vicenda, abbiamo acquisito tutti gli atti di gara, compresa l’offerta tecnica, abbiamo acquisito l’elenco del personale aggiornato, in netta contraddizione con quello previsto dal Comune di Vitulazio, prossimo passo sarà quello di chiedere l’immediato reintegro del lavoratore licenziato e nello stesso tempo presentare tre distinti esposti all’ANAC, alla Guardia di Finanza e alla Procura della Repubblica.

“Se poni una questione di sostanza, senza dare troppa importanza alla forma, ti fottono nella sostanza e nella forma” (Giovanni Falcone)

Teverola 20.07.18

                                                                          F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CASAPESENNA: LA LEUCOPETRA S.P.A. HA DECISO DI SOSPENDERE I PAGAMENTI DEGLI STIPENDI A CAUSA DELL’IMPORTANTE DEBITO ACCUMULATO DAL COMUNE DI CASAPESENNA

Sciopero-3-2

CANTIERE R.S.U. CASAPESENNA

COMUNICATO STAMPA

– SITUAZIONE ALLARMANTE QUELLA CHE POTREBBE DETERMINARSI SUL CANTIERE R.S.U. DEL COMUNE DI CASAPESENNA –

 

In data 18 luglio u.s., presso la sede legale della Leucopetra, si è tenuto l’atteso incontro per esperire la prima fase della procedura di raffreddamento, al fine di acquisire notizie utili in merito al pagamento della retribuzione di giugno e della 14° mensilità.

 

L’azienda ha rappresentato che, a causa dell’importante esposizione economica maturata nei confronti del Comune di Casapesenna, il quale importo complessivo ammonta a circa 770,000 euro, non consente alla stessa di investire ulteriori risorse finanziarie in tal senso, per cui, non è in grado di onorare i pagamenti delle retribuzioni ai lavoratori.

 

Inoltre l’azienda ci informa che, dal Comune di Casapesenna non giungono pagamenti dallo scorso mese di marzo, ragion per cui, il C.D.A. della Leucopetra, che ricordiamo è un’azienda a capitale interamente pubblico, ha imposto il blocco totale di ulteriori fondi per finanziare l’affidamento del servizio di raccolta rifiuti nel Comune di Casapesenna.

 

La F.L.A.I.C.A. C.U.B., ritenute allarmanti, le dichiarazioni espresse dall’azienda, contribuendo a chiarire una situazione che si trascina ormai da diverso tempo, ha ritenuto necessario chiedere tempestivamente l’avvio delle procedure previste per lo sciopero alla Prefettura di Caserta.

 

A questo punto auspichiamo in un concreto intervento del Sindaco.

 

Siamo irritati dal fatto che, in un momento dell’anno in cui ogni lavoratore progetta il proprio periodo di ferie, accadano episodi così gravi da ostacolare allo stesso il meritato godimento di un periodo di serenità da trascorrere in compagnia della sua famiglia.

 

 

Teverola 20.07.18

 

                           F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB BENEVENTO – L’ASIA RISCOPRE IL GUSTO DELLA CONDOTTA ANTISINDACALE

logon

COMUNICATO STAMPA BENEVENTO

ASIA Benevento: come fare marcia indietro sui diritti sindacali a seconda della posizione del sindacato La FLAICA CUB di Benevento in data 7 giugno 2018 teneva un’assemblea retribuita per comunicare ai lavoratori quanto era stato deciso in riunione davanti al prefetto, tra la nostra O.S. e la società Asia, in seguito alla convocazione delle parti per conciliare dopo la nostra dichiarazione di stato di agitazione.

In quella occasione la società ci comunico quanto deciso in una riunione precedente con CGIL-CISL-UIL-FIADEL, su una rimodulazione dei turni di lavoro.

Di comun accordo davanti al prefetto abbiamo concordato di consultare i lavoratori in assemblea retribuita, presentando regolare richiesta nei tempi e nei modi stabiliti dalla L.300/70 (Statuto dei lavoratori).

Durante l’assemblea, partecipata dalla stragrande maggioranza dei lavoratori, iscritti e non, abbiamo spiegato tutto ai lavoratori, i quali hanno ritenuto l’accordo peggiorativo per loro condizioni già molto difficili, rispedendo al mittente le proposte di accordo.

Posizione che abbiamo condiviso e rispettato, tant’è che, in occasione della riunione al Comune di Benevento alla presenza del Sindaco, abbiamo espresso chiaramente tutte le perplessità, proponendo di ricercare soluzioni alternative, contrariamente agli altri sindacati, che hanno calato come sempre la testa e hanno detto “signor si”.

La società non gradendo la nostra posizione, contraria al loro piano, per ripicca ha comunicato ai lavoratori che l’ora di assemblea tenuta dalla FLAICA CUB verrà defalcata del monte ora di ferie o premesso perché la flaica non è firmataria di CCNL.

Siamo alle comiche.

Fermo restando che i lavoratori hanno ben gradito l’ora di assemblea perché per la prima volta qualcuno ha detto che si può dire di no alle pretese aziendale, la FLAICA CUB, stanca delle repressioni e intimidazioni aziendali, ha già incaricato i propri uffici legali per agire contro l’Asia di Benevento, una volta per tutte!

Benevento 18.07.18

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. BENEVENTO

FLAICA CUB CASERTA – VITULAZIO: RICEVUTI I DOCUMENTI CHE PROVEREBBERO “TUTTO” ADESSO ESIGIAMO CHIARIMENTI

2

CANTIERE R.S.U. VITULAZIO

COMUNICATO STAMPA

 

RICEVUTA LA COPIA DELL’OFFERTA MIGLIORATIVA CHE DOVREBBE ESSERE ATTUATA DALL’AZIENDA ECONOVA S.R.L.

 TANTE LE CONTRADDIZIONI!

 

Acquisite le dovute informazioni, contenute dell’offerta tecnica che è parte integrante degli atti di gara dall’azienda Team 3R Ambiente S.r.L. ed ereditata dalla società Econova S.r.L., attraverso il fitto del ramo d’azienda, possiamo affermare con certezza alcune delle ipotesi che avevamo esternato alla società Econova S.r.L. prima che la stessa licenziasse immotivatamente un lavoratore.

 

In primo luogo appare evidente la netta contraddizione tra gli automezzi proposti, che avrebbero dovuto essere complessivamente n. 7 e tutti di recente immatricolazione, e quelli che in realtà vengono forniti attualmente agli operatori ecologici, i quali risultano decisamente insufficienti e inadeguati, soprattutto quello per il ritiro ingombranti, gli operai sono costretti a compiere autentici miracoli per raccogliere gli ingombranti, mentre la lavacassonetti risulta inesistente.

 

Inoltre l’azienda si obbligava a utilizzare la spazzatrice 7 giorni su 7, un servizio che avrebbe favorito gli operatori ecologici, impiegati nel servizio spazzamento, attualmente costretti a spazzare a mano le vie della città con l’ausilio del vecchio caro carrettino, altro che macchina aspiratrice.

 

Altro punto, non meno dolente, sono le strutture informative che l’azienda dovrebbe istituire sul territorio (tipo l’ecosportello) per migliorare l’informazione ai cittadini, ad esempio l’attività informativa che dovrebbe svolgere l’azienda per il secondo anno è quella di distribuire circa 3.300 dizionari dei rifiuti all’utenza, un’attività che agevolerebbe di molto anche il servizio reso dagli operatori ecologici.

 

Insomma, a quanto pare, sembra che la Econova S.r.L. stia risparmiando un bel po’ di soldi a danno dei lavoratori, che operano in condizioni di massima precarietà, e dei cittadini vitulatini, che non ricevono un servizio adeguato alla tariffa che pagano.

 

Tuttavia non è da trascurare il recente licenziamento di un lavoratore, padre di 3 figli, attraverso l’attuazione dell’art.7 del ccnl (Ristrutturazione aziendale), perché l’azienda denunciava gravi perdite economiche a causa dell’assunzione del dipendente, dichiarato, ancora non si capisce bene come, in esubero.

 

Quanto appreso dall’offerta tecnica avvalora ancor di più le nostre ipotesi, confermando l’illegittimità del licenziamento, con una grossa differenza, che se prima qualcuno si proponeva paladino della giustizia e garantista delle leggi, oggi dovrebbe chiedere scusa a tutti per aver commesso un grave errore di valutazione, presentandosi ad una riunione senza la benché minima conoscenza dei fatti reali, oppure basterebbe che si vergognasse e basta!

Teverola 14.07.18             

                            F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CARINOLA: LAVORATORI SENZA STIPENDIO DA 6 MESI “MENTRE IL COMUNE APPLICA IL C.S.A. DI GARA SOLO PER RIPULIRE IL PAESE”

Immagine

 

COMUNICATO STAMPA

CANTIERE R.S.U. COMUNE DI CARINOLA

 

Paradossale quanto si sta verificando nel cantiere r.s.u. di Carinola.

LAVORATORI SENZA COPERTURA INPS E INAIL.

I dipendenti sono senza stipendio da circa 6 mesi, l’azienda risulta non in regola con il documento unico di regolarità contributiva (DURC), il Comune, invece di assumere una posizione autoritaria in difesa degli operai, provvedendo al pagamento dirette delle retribuzioni, affida il servizio in via di emergenza ad un altro soggetto, “per reiterazione della stessa inosservanza contrattuale”, nel completo e rigoroso rispetto dell’art.13 del Capitolato Speciale di Appalto.

La nostra perplessità, però, è dovuta al fatto che lo stesso C.S.A., all’art. 38, comma 4, prevede che, in caso di violazioni degli obblighi contributivi, retributivi, fiscali a proprio carico e/o nei confronti di dipendenti o collaboratori, da parte dell’Impresa, il contratto d’ appalto potrà essere risolto anticipatamente da parte del committente.

Insomma, il Capitolato Speciale di Appalto sembra venga osservato ad intermittenza, e pare che ognuno si prodighi per difendere i propri interessi, mentre a pagare sono sempre i lavoratori, la parte più debole.

Lo stallo in cui si trova il Comune di Carinola, per quanto ci riguarda, andrebbe superato risolvendo il contratto con la GoService, azienda colpita da interdittiva antimafia nel luglio del 2017, inadempiente sia per il mancato pagamento delle retribuzioni che dei contributi.

Questa, secondo noi, l’unica strada praticabile che consentirebbe ai lavoratori di percepire almeno gli stipendi correnti, evitando l’accumulo di ulteriori mensilità.

Purtroppo, però, sembra che nessuno abbia il coraggio di prendere una decisione netta, anzi addirittura sembra che il Comune abbia prorogato l’affidamento alla GoService, in attesa che la stessa ottenga il rateizzo di quanto dovuto all’INPS e all’INAIL, previsto per il 20 luglio p.v.

Una scelta, quella fatta dall’Amministrazione Comunale, che censuriamo perché espone ancor di più i lavoratori che, oltre ad essere scoperti sotto il profilo assicurativo, vedranno aggravare una condizione economica già drammatica, oltretutto, nel caso in cui l’azienda ottenga il rateizzo, resta da capire come farà la stessa a corrispondere retribuzioni e contributi ai lavoratori, praticamente un miracolo!

Di recente abbiamo inviato una richiesta di intervento alla Prefettura di Caserta per addivenire in tempi rapidi ad una risoluzione della tematica, per cui, nei prossimi giorni potrebbe smuoversi qualcosa, nel frattempo auspichiamo in un atto di buon senso da parte degli amministratori comunali affinché si giunga rapidamente ad un cambio di azienda e si restituisca dignità ai lavoratori.

 

Teverola 07/07/2018

                          F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CESA: SIGLATO IL PASSAGGIO DI CANTIERE “RESTA DA TRASFERIRE UN LAVORATORE DALL’EX C.U.B. NA/CE” PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI.

AMALFI 3

COMUNICATO STAMPA

CANTIERE R.S.U. COMUNE DI CESA (CE)

 

AVVENUTO IL PASSAGGIO DI CANTIERE DEI N.12 DIPENDENTI

 RESTA DA INDIVIDUARE LA 13° UNITA’ CHE DOVREBBE ESSERE TRASFERITA DALL’ELENCO DELL’EX CONSORZIO UNICO DI BACINO NA/CE.

 

Nella tarda mattinata di ieri si è tenuto il passaggio di cantiere tra la società D.H.I. S.p.A. e la Balga S.r.L.

In premessa abbiamo espresso il nostro disappunto per un passaggio di consegne che avviene in un periodo particolare dell’anno, infatti, i lavoratori il 15 luglio prossimo avrebbero dovuto percepire la retribuzione di giugno e la 14° mensilità maturata durante l’anno, alcuni di essi anche il rimborso dovuto dalla dichiarazione dei redditi (730).

Non solo ma, dopo un anno di lavoro, gli operai aspettano questo periodo per concedersi un breve periodo di meritato riposo ed effettuare le ferie estive.

Ma purtroppo il nostro invito al buon senso non è stato accolto da nessuno, per cui, è caduto nel vuoto.

Argomento di discussione è stato anche quello riferito alla pianta organica, che nel corso degli anni si è ridotta di una unità a causa del decesso di un dipendente, mai sostituito.

A tal proposito abbiamo precisato alla società Balga s.r.l. che la gara è tarata con un costo del personale di 13 unità, ragion per cui, abbiamo diffidato la stessa ad assumere nuovo personale perché la mancanza di un lavoratore dovrà essere compensata dall’assunzione di un lavoratore proveniente dall’ex C.U.B. Na/Ce.

Infine abbiamo espresso grande preoccupazione per le competenze maturate che i lavoratori dovrebbero percepire a luglio, in tal senso, le dichiarazioni della società D.H.I. S.p.A. non ci hanno rassicurato, per cui, a quanto pare i lavoratori saranno costretti ad attendere il 15 agosto per ricevere la prima mensilità, visto che dal prossimo lunedì saranno in carico alla nuova azienda.

Insomma si prevede un’estate calda, sotto tutti i punti di vista.

Teverola lì 07 LUGLIO 2018

 

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – SESSA AURUNCA: TRASFERIMENTO ILLEGITTIMO, IL GIUDICE DEL TRIBUNALE DEL LAVORO ACCOGLIE IL RICORSO.

xqBbpkNJohRDTMp-1600x900-noPad

CANTIERE R.S.U. SESSA AURUNCA

COMUNICATO STAMPA

 

ILLEGITTIMO L’ORDINE DI SERVIZIO “PUNITIVO” CHE LA BUTTOL AVEVA NOTIFICATO AL NOSTRO RAPPRESENTANTE SINDACALE.

 Con sentenza R.G. n.1209/2018 del 14/05/2018 il Giudice del Tribunale del Lavoro di S. Maria C.V. ha ritenuto illegittimo il trasferimento disposto dalla Buttol s.r.l. che obbligava il dipendente a recarsi presso il cantiere r.s.u. di Firenze.

 

Il ricorso ai sensi dell’ex art. 700 del c.p.c., presentato dall’avv. D. Abbate incaricato dal lavoratore, ha messo in evidenza l’atto ritorsivo e discriminatorio, nonché le conseguenze negative in termini economici che avrebbero danneggiato gravemente il bilancio familiare del lavoratore.

Nonostante l’accoglimento del ricorso, però, l’azienda continua a perseguitare il lavoratore obbligandolo ad operare in palese violazione della normativa vigente in termini di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

 

Infatti il lavoratore risulta che non sia stato sottoposto a visita medica e non possa effettuare le operazioni di cambio d’abito e della cura dell’igiene personale, perché l’azienda non ha fornito ancora un luogo di lavoro idoneo, dotato di spogliatoi, servizi igienici e quant’altro.

Per questa ragione abbiamo inviato tempestivamente una specifica richiesta di fornitura di abiti da lavoro e dispositivi di protezione individuale all’azienda ma per conoscenza anche al Sindaco del Comune di Sessa Aurunca, in qualità di committente, e alle autorità preposte.

 

Teverola 05.07.18                   

 

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

« Older Entries