Category Archives: Cub Flaica

FLAICA CUB CASERTA – VITULAZIO: VERGOGNOSO! LA FIT-CISL CAUSA IL LICENZIAMENTO DI UN DIPENDENTE.

vergogna

COMUNICATO STAMPA – CANTIERE R.S.U. VITULAZIO

 

 

LA FIT-CISL RESPONSABILE DEL LICENZIAMENTO DI UN LAVORATORE.

 E’ ORA DI DIRE BASTA A QUESTI VENDUTI!

Ancora una volta siamo a raccontare l’ennesimo atto ignobile compiuto da sindacati senza scrupoli.

Quelli per intenderci che si offendono quando li accusano di vendersi i diritti dei lavoratori alle aziende.

È successo ancora! Un lavoratore licenziato perché il Segretario della Fit-Cisl Caserta, in solitaria e con un impercettibile presenza sindacale sul cantiere di Vitulazio, mai riscontrata prima del 01 giugno, si è presentato per sostenere una riunione convocata dall’azienda che reclamava un apparente esubero di personale.

Il Segretario della Fit-Cisl Caserta, colto da un improvviso attacco di buon senso si è presentato alla riunione per evitare il licenziamento di un operaio, un po’ come chiedere di approvare una legge senza avere la maggioranza, un chiaro atteggiamento ambiguo che nasconde tutt’altro.

Tutti i sindacati sanno che, quando un’azienda convoca i sindacati per applicare l’art. 7 del ccnl, la ristrutturazione aziendale, ha nelle sue intenzioni la ricerca di soluzioni drastiche per giungere ad una riduzione del costo del personale.

Tutti i sindacati, quindi compreso il segretario della cisl, sanno che la presenza anche di un solo componente alla riunione può dare il via alla procedura, per cui, siamo certi del deplorevole gesto compiuto dal soggetto sopra indicato.

Fortuna nostra e del lavoratore, padre di due bambini, il tentativo presenta una serie di errori che sono già al vaglio dei nostri legali, siamo seriamente intenzionati a presentare un esposto, che faremo sottoscrivere a tutti i lavoratori, contro questo grave atto di prepotenza e scorrettezza sindacale compiuto dalla Fit-Cisl di Caserta e dalla squallida azienda Econova.

Ci sentiamo offesi come sindacato per questo vile gesto, pertanto, sentiamo il dovere di fare le scuse al dipendente ed alla sua famiglia, alla quale assicuriamo che la battaglia è solo iniziata, ora in avanti non saranno più tollerate all’azienda le numerose inadempienze contrattuali e le quotidiane inosservanze alle normative vigenti, solo quelle sarebbero sufficienti a dimostrare i costi che l’azienda sta risparmiando sulla pelle dei lavoratori, soprattutto quelle riferite alle normative sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Adesso basta è ora di lottare!

Teverola 21.06.18

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB BENEVENTO: INTERROTTO IL PIANO DELL’ASIA – ADESSO SI TRATTA SUL “SERIO”!

max_ee610101a2dafc5f8e6ca2f7364ea202

COMUNICATO STAMPA BENEVENTO

 

L’incontro tenuto presso il Comune di Benevento non ha prodotto particolari cambiamenti, per cui, la situazione attuale resta immutata.

Per quanto ci riguarda riteniamo che la soluzione al problema sia da ricercare attraverso la verifica di una serie di costi di gestione, a nostro avviso inutili ed eccessivi, come ad esempio pagare il fitto per una struttura inutilizzata dai lavoratori, consulenze ed incarichi superflui, mentre a nostro avviso sarebbe  sufficiente una buona formazione professionale, così come stabilita dall’art. 7 e 7 bis del D.lgs. 75/2017 Decreto Madia, più volte menzionato dall’Amministratore Unico, servirebbe una seria ricognizione sui fornitori, perché appaiono piuttosto eccessivi i costi sostenuti dall’Asia di Benevento per la manutenzione degli automezzi.

Inoltre saremo lieti di confrontare i dati dichiarati dall’Amministratore Unico D. Madaro, 500.000 euro per il pagamento di accordi, piuttosto elevati, basti pensare che non tutti i lavoratori riescono ad accedere alle indennità che, di recente, sono anche state rimodulate.

Tuttavia, siamo contrari ad un ulteriore rimodulazione di accordi che hanno prodotto una sensibile riduzione dell’assenteismo, sia perché questi sono in vigore da circa dieci anni e non hanno mai inciso negativamente sui conti dell’azienda, ma anche perché riteniamo che le condizioni in cui sono costretti ad operare gli operatori ecologici di Benevento sotto il profilo igienico sanitario e quello relativo alla sicurezza sia tali da compensare un disagio sopportato quotidianamente, per cui, li riteniamo accordi di miglior favore per l’azienda, piuttosto che per i lavoratori.

Il Sindaco Mastella ha invitato tutti a ricercare misure alternative a quelle proposte fin qui dall’Amministratore Unico, invito che abbiamo accolto, proponendo in seduta stante un ulteriore incontro all’azienda, da pervenire nei prossimi 15 giorni, per presentare una nostra piattaforma di accordo ed evitare la proclamazione di una prima giornata di sciopero.

Siamo disposti a intraprendere un percorso condiviso con l’azienda e con i lavoratori a patto che questo non pregiudichi il reddito e le condizioni di lavoro di quest’ultimi

 

Benevento 09.06.18

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. BENEVENTO

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: ALTRO SCHIAFFO DELLA FALZARANO AGLI OPERATORI ECOLOGICI “ADESSO TOCCA AL COMUNE”

IMG-20180501-WA0033

COMUNICATO STAMPA CAPUA

 

ALTRO SCHIAFFO AI LAVORATORI!

 

Dopo l’accordo a lunga conservazione, siglato dai sindacati tranne la FLAICA CUB, è giunta oggi l’ennesima delusione.

Infatti i lavoratori hanno trovato sul conto corrente due accrediti uno per il saldo di febbraio e l’altro di € 500,00 riferito ad un acconto alla mensilità di marzo.

Quest’ultimo gesto rafforza ancor di più le ragioni che ci hanno indotto a programmare le proteste messe in campo di recente, ed hanno spinto i lavoratori a chiederci di continuare a rivendicare i loro diritti.

Per cui in data odierna è stata annunciata un’assemblea sindacale per il 9 maggio, giorno in cui il Comune dovrebbe liberarsi dal vincolo dei 15 gg. imposto dall’art. 30 del Nuovo Codice sugli Appalti Pubblici e provvedere al pagamento diretto delle retribuzioni scadute ai dipendenti con la formula dei poteri sostitutivi.

Quindi a questo punto tocca al Comune di Capua, Sindaco, Assessore e avvocato incaricato, realizzare quanto promesso ai lavoratori in occasione della riunione tenuta nella tarda serata di lunedì 30 aprile.

Attenderemo fiduciosi che si materializzi la procedura dei poteri sostitutivi, promessa dal Comune a tutte le 51 unità, nel caso in cui non dovesse compiersi decideremo le azioni da intraprendere per il futuro senza perdere tempo inutile.

L’esperienza ci suggerisce di concedere ancora una volta fiducia alle persone che si sono proposte per risolvere definitivamente l’annoso problema, per essere certi di aver fatto tutto il possibile per evitare la rivoluzione!

 

Teverola 05.05.18                                                   F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: 1° MAGGIO CORTEO DEGLI OPERATORI ECOLOGICI

IMG-20180501-WA0033

1° MAGGIO I LAVORATORI PROTESTANO!

 

Oggi era importante tornare in piazza per rivendicare un diritto imprescindibile.

IMG-20180501-WA0033

Dopo la lunga giornata di ieri, trascorsa presidiando l’aula consiliare del Comune di Capua, senza raccogliere alcuna certezza sui pagamenti delle retribuzioni scadute, siamo scesi in piazza per dare vita al primo corteo organizzato.

dav

Dispiace stigmatizzare il comportamento tenuto dei politici di maggioranza, che in prima istanza avevano rifiutato la proposta di discutere la drammatica situazione degli operatori ecologici, prima di iniziare il Consiglio Comunale, di conseguenza, il rifiuto aveva scatenato le proteste dei lavoratori riprese con atteggiamenti aggressivi e violenti da qualche prepotente consigliere di maggioranza, il quale era molto più interessato al voto del bilancio che alle problematiche delle famiglie presenti in aula.

IMG-20180501-WA0035

Allo stato attuale l’unico risultato raggiunto è quello che, nel caso il Comune voglia o possa attuare i poteri sostitutivi, dovrà provvedere al pagamento diretto di tutti i 51 lavoratori impiegati dall’azienda, e non solo i 40 come sosteneva l’amministrazione.

dav

Alcune indiscrezioni dicono che nella giornata di domani l’azienda sarebbe in grado di corrispondere il saldo di febbraio, mentre il Comune dichiara di essere in grado di attuare i poteri sostitutivi non prima del 9/10 maggio, per cui, la questione resta molto incerta.

sdr

Oggi, però, i lavoratori possono almeno consolarsi con il risultato di una grande manifestazione che di sicuro avrà smosso la coscienza dei più dubbiosi.

dav

Infine è con grandissimo orgoglio che sottolineiamo la presenza dei giovani al corteo ai quali è stato affidato il compito più importante:

REGGERE LO STRISCIONE DELLA CUB!

dav

Distinti saluti.

Teverola 01.05.18                                                   F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: PROMESSE IN CAMBIO DI LAVORO CERTO – ABBANDONATO IL TAVOLO “L’ACCORDO E’ UN BLUFF”

20180419_152743

COMUNICATO STAMPA CAPUA

 

SULLE RETRIBUZIONI SCADUTE DA MESI NON SIAMO DISPOSTI A TRATTARE CON NESSUNO!

 

Inconcepibile quanto accaduto oggi alla riunione tenuta presso il Comune di Capua, dove erano presenti, oltre alla FLAICA CUB, anche le organizzazioni sindacali (CGIL – CISL – FIADEL), l’Assessore all’ambiente Avv. Nacca, il Sindaco, alcuni consiglieri di maggioranza (Buglione e Iocco) ed un rappresentante della Falzarano.

La riunione era stata convocata dal Comune di somma urgenza per acquisire notizie certe circa i pagamenti scaduti, oppure ricevere l’autorizzazione dall’azienda per finalizzare l’attuazione dei poteri sostitutivi, provvedendo al pagamento diretto delle retribuzioni di febbraio e marzo.

Ma purtroppo per l’ennesima l’incontro si è rivelato un inutile e stressante discorso su procedure, pagamenti di fatture, equitalia e durc, alla quale siamo stati costretti ad assistere per rispetto dei lavoratori.

Quello che però ha scatenato la nostra ira è stata la tratta sugli stipendi, come al mercatino dell’usato “A chi offriva di più”.

A quel punto abbiamo decisa di lasciare la riunione dichiarandoci indisponibili a trattare sulle retribuzioni scadute da mesi.

Per noi la retribuzione del lavoratore è sacrosanta è deve essere pagata per intero, possiamo discutere sui tempi, accettare che uno stipendio possa essere pagato in leggero ritardo, ma mai potrà essere presa in considerazione l’idea di affrontare una discussione su quanto riconoscere ad un lavoratore che ha lavorato per un mese intero.

Provando ad entrare nel merito dell’accordo siglato dagli altri sindacati, rimasti al tavolo della riunione, pare che, il pagamento del saldo della mensilità di febbraio ed un acconto di marzo, avverrà quando il Comune verserà la fattura di febbraio alla Falzarano, con un piccolo problema, che risulta da ieri con DURC irregolare.

SOSTANZIALMENTE NON CAMBIA ASSOLUTAMENTE NULLA RISPETTO A PRIMA

Mah! Qualcosa non quadra e le domande nascono spontanee:

“Ma per ricevere questo tipo di informazione c’era bisogno di recarsi al Comune?” “Non poteva comunicarcelo l’azienda con una semplice lettera?”

A questo punto, certi dell’irrealizzabilità degli impegni assunti, confermiamo il corteo di protesta organizzato per il 1° maggio e lo sciopero del 7 e l’8 maggio.

 

AVETE GIA’ SVENDUTO I DIRITTI DEI LAVORATORI!

ADESSO GIU’ LE MANI DALLE RETRIBUZIONI!

 

Teverola 27.04.18                                                   F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: ESPLODE LA PROTESTA “DIPENDENTI IN PIAZZA”

IMG-20180426-WA0069

COMUNICATO STAMPA CAPUA

 

100% di adesione all’assemblea indetta stamane alle prime luci dell’alba sul cantiere dei rifiuti del Comune di Capua.

IMG-20180426-WA0013

Dopo un’ampia discussione con i lavoratori e le R.S.A. di tutte le sigle sindacali presenti sul medesimo cantiere, si è giunti alla conclusione di prolungare l’assemblea, indetta dalle 06.00 alle 08.00, fino alle 11.00, ora in cui era fissato un incontro presso il Comune di Capua, scegliendo la Piazza adiacente al Comune come luogo di attesa.

IMG-20180426-WA0016

L’incontro non ha partorito alcuna soluzione rapida rispetto a quanto rivendicato dai lavoratori, ma è solo servito ad acquisire notizie circa l’operato dell’Assessore all’Ambiente l’Avv. G. Nacca rivelandoci alcuni aspetti legati alla procedura in corso.

IMG-20180426-WA0020

Purtroppo i tempi di attesa sono lunghi e gli operatori ecologici, a secco da diversi mesi, non sono disposti a lavorare senza essere pagati, per cui, si prevede che l’astensione proseguirà anche domani.

sdr

sdr

La FLAICA CUB è decisa a sostenere i lavoratori fino a quando questi non riceveranno quanto loro dovuto, per questo motivo domani, all’incontro programmato dal Comune di Capua alle ore 10.30, auspichiamo che si trovi una via d’uscita definitiva e si possa finalmente tornare alla normalità.

26.04.2018

F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

 

FLAICA CUB CASERTA – CALVI RISORTA: SCIOPERO IL 7 E L’8 MAGGIO – ANCORA TROPPE LE QUESTIONI IRRISOLTE

62

COMUNICATO STAMPA CALVI RISORTA

 

Nonostante gli operatori abbiano ricevuto il saldo dello stipendio di dicembre 2016 e gli stipendi di gennaio e febbraio, resta confermato lo sciopero programmato per il 07 e l’8 maggio.

Troppe ancora le questioni irrisolte, come ad esempio le 200 euro trattenute immotivatamente dall’azienda sulla mensilità di settembre, i buoni pasto che l’azienda non corrisponde in modo corretto da due anni.

Purtroppo l’azienda proponendo il pagamento di una parte di quanto rivendicato dai lavoratori pensava di aver risolto tutto, invece la lotta continuerà fino a quando non saranno risolte tutte le vertenze avviate dalla FLAICA CUB.

Riteniamo che gli impegni assunti vadano onorati, soprattutto quando dall’altra parte ci sono lavoratori che hanno trascorso le feste Natalizie e quelle Pasquali con grandi difficoltà economiche, garantendo sempre il servizio.

La conferma delle giornate di sciopero è un messaggio chiaro che i lavoratori, dopo aver dimostrato il senso di responsabilità ed eseguito il loro dovere, vogliono inviare all’azienda:

Adesso i nostri diritti!

E NOI li assisteremo fino alla fine.

23.04.18

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: GIOVEDÌ 26 APRILE SECONDA ASSEMBLEA – 1° MAGGIO CORTEO – “PARALIZZATI COMUNE E AZIENDA”

IMG_20180421_103227

COMUNICATO STAMPA CAPUA

ORGANIZZATO PER IL 1° MAGGIO IL CORTEO DI PROTESTA IN SOSTEGNO DEGLI OPERATORI ECOLOGICI DI CAPUA

In attesa di ricevere la visita di qualche politico dell’attuale maggioranza, auspicando che qualcuno si scomodi per esprimere solidarietà e vicinanza, soprattutto alle famiglie degli operatori ecologici del Comune di Capua, vista la drammatica situazione economica in cui si trovano.

Comprendiamo che il momento forse non è favorevole agli operai, perché sono troppo lontane le elezioni, ma l’invito lo rivolgiamo principalmente a quei politici, seduti tra i banchi della maggioranza, che hanno chiesto fiducia a queste famiglie, a questi lavoratori, promettendo una svolta, una risoluzione della problematica riguardante il settore rifiuti a Capua e che invece oggi invece si ritrovano ancora in grande difficoltà, elemosinando un aiuto concreto alla stessa Politica.

Per questa ragione abbiamo scelto di manifestare nella giornata simbolo per i lavoratori, perché riteniamo che mai come oggi serva lottare per riappropriarsi della dignità che stanno tentando di togliere ai lavoratori di Capua e con orgoglio scendere di nuovo in piazza per protestare.

Il corteo partirà dalle sponde del Ponte Volturno alle ore 12:30 e si muoverà verso riviera Largo Porta Napoli, sarà osservata una sosta di fronte al Comune per protestare simbolicamente contro un’amministrazione latitante, a tutt’oggi, sorda ai richiami degli operai e delle loro famiglie.

Giovedì prossimo si terrà una seconda assemblea, nelle prime ore del mattino, per definire gli ultimi dettagli.

Teverola 23.04.18

F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: “CLAMOROSO” LA FALZARANO VERSA UN ACCONTO DI 500 EURO DOPO 20 GIORNI DI RITARDO – “E’ SUBITO ASSEMBLEA”

12346448_10204865737434991_5764494064738358736_n

COMUNICATO STAMPA CAPUA

SCANDALOSO!!

La Falzarano versa un misero acconto di 500 euro ai dipendenti.

Immediata la nostra risposta.

 

Prosegue la pessima gestione della celebre ditta Falzarano, entrata di diritto nell’élite delle peggiori aziende del casertano.

Ancora una volta siamo costretti a raccontare l’ennesimo gesto ripugnante, subito dai lavoratori del cantiere di igiene ambientale di Capua, eseguito con la ormai consueta arroganza che contraddistingue il regime, sul quale si fondano da oltre due anni, le disposizioni della quasi uscente ditta Falzarano.

La bizzarra, quanto indecorosa, decisione della Falzarano di predisporre il versamento di un misero acconto di 500 euro dello stipendio di febbraio, giunge con 20 giorni di ritardo rispetto alla scadenza del termine ultimo per pagare lo stipendio e rappresenta senz’altro un atto di elemosina verso quei lavoratori che hanno trascorso la Santa Pasqua senza stipendio, nonostante il Comune di Capua, nei gironi scorsi, abbia pubblicato le determine per il pagamento delle fatture all’azienda.

Auspichiamo che l’accaduto solleciti dure reazioni da parte del Comune, e ponga in essere tutte le più opportune azioni, per risolvere definitivamente questo annoso problema, liberandosi finalmente della Falzarano. Un’azienda che non perde occasione per dimostrare l’incapacità a gestire l’appalto ed osservare il puntuale e regolare pagamento degli stipendi, risultando, nostro malgrado, affidabile solo a pochi intimi operai, che rappresentano oltretutto altre sigle sindacali.

Nei giorni scorsi abbiamo chiesto al Comune di Capua di valutare l’applicazione di quanto previsto dall’art. 20 del C.S.A., il quale stabilisce una trattenuta del 20% dall’intero importo della fattura, nel caso in cui l’azienda aggiudicatrice dell’appalto sia irrispettosa dei contratti di lavoro.

Tuttavia, malgrado la comunicazione dell’azienda sia piombata improvvisa ai lavoratori, la nostra risposta non si è fatta attendere, per cui, immediatamente è stata indetta un’assemblea sindacale per sabato 7 aprile prossimo, che si terrà presso il cantiere sito in via Boscariello.

La vertenza ha avuto luogo lo scorso 26 febbraio, per questo lo stato di agitazione proclamato in pari data risulta ancora vigente, ma l’episodio di oggi contribuisce a rafforzare le motivazioni che ci hanno indotto a programmare altre due giornate di sciopero che si terranno nei giorni 10 e 11 aprile prossimo.

Purtroppo non possiamo escludere che l’episodio abbia ripercussioni negative sul servizio di raccolta per un significativo rallentamento delle attività di raccolta, per questo chiediamo ai Capuani di comprendere le ragioni dell’ennesima protesta.

Distinti saluti.

 

Teverola 05.05.18                                                   F.L.A.I.C.A. C.U.B. CASERTA

« Older Entries