Category Archives: Senza categoria

SOTTOSCRITTO UN FORTE PATTO FEDERATIVO TRA LA CUB E IL SOA

CUB

sedelogo

SOTTOSCRITTO UN FORTE PATTO FEDERATIVO TRA LA CUB E IL SOA

(Sindacato Operaio Autorganizzato)

 

Oggi, 21 ottobre 2017, è stato sottoscritto un Patto Federativo tra Confederazione Unitaria di Base, e il SOA, ed inaugurata la sede sul territorio del basso Molise a Termoli – Portocannone, via Garibaldi 126, dotata dei servizi necessari alla tutela dei diritti dei lavoratori, CAF, Patronato e Ufficio legale.

 

All’evento hanno partecipato Antonio Ferrari seg. Nazionale FLMUniti CUB oltre a rappresentanti della FLMUniti CUB di FCA dei vari stabilimenti,

Termoli, Mirafiori, Cassino, Melfi, Pomigliano.

Non si tratta di un’operazione di corto respiro, tanto per aggiungere un’altra sigla sindacale: siamo di fronte invece ad un gruppo consistente di lavoratori che si propone con determinazione di avviare un processo lungo, e forse anche difficile, per ridare ai lavoratori una rappresentanza sindacale autenticamente democratica e un dignitoso potere contrattuale per la difesa dei propri diritti.

Con la FLMUniti CUB vogliamo ricostruire il sindacato nella più grande fabbrica del SUD, FCA Termoli, i cui lavoratori hanno vissuto troppi e lunghi anni d’arretramento delle condizioni, in termini di ritmi, sicurezza, di salario e di diritti. Una coraggiosa e appassionante sfida, di chi non sopportava più la situazione di passività e rassegnazione in questa fabbrica.

I lavoratori, sono stati abbandonati a loro stessi, senza possibilità di trovare risposte sindacali forti ai loro problemi e di respingere l’arroganza e le prepotenze dei capi e capetti.

Erano presenti anche lavoratori del pubblico impiego e altre realtà. Si vuole costruire così una presenza sindacale di base, in grado di garantire il diritto alla piena partecipazione, alla completa libertà ed autonomia nelle scelte sindacali e nella determinazione degli obiettivi contrattuali e rivendicativi.

Un vero sindacato di classe dei lavoratori!

La scelta del S.O.A. di federarsi con la CUB costituisce per il territorio la possibilità di una grande esperienza, per quanti in questi anni auspicavano che si creassero le condizioni per ricostruire dal basso il sindacato dei lavoratori che non c’è, senza trovare questo o quell’altro dirigente sindacale nazionale, regionale o territoriale che viene ad importi una linea rivendicativa rinunciataria e concertativa.

La scelta della CUB, é la più appropriata e utile per perseguire questo progetto, per trasformare necessità e speranze in realtà, perché si tratta del più grande sindacato di base presente nel nostro Paese, presente in modo diffuso in tutte le categorie di lavoratori, con la cultura dell’unità degli obiettivi rivendicativi che fa del conflitto uno strumento fondamentale.

L’esito positivo della sfida di ricostruire un autentico, democratico e utile sindacato in fabbrica, nei luoghi di lavoro e sul territorio, dipende oltre che dalla determinazione del primo nucleo fondatore che c’è, anche e soprattutto dal livello d’adesione al progetto e dal livello quantitativo e qualitativo della partecipazione dei lavoratori, garantendo che non ci sarà mai nessuna differenza tra chi è arrivato prima e chi dopo, perché le idee e le prerogative della Cub sono quelle di tutelare i lavoratori senza nessuna differenza.

21 ottobre 2017

SOA e CUB in Molise

I lavoratori della Campania aderiscono all’assemblea del 23 settembre

Assemblea-23-9-2017

 

Cub, Sgb, SI Cobas, Usi-AIT, Slai Cobas.
COSTRUIAMO LO SCIOPERO GENERALE DEL 27 OTTOBRE 2017
– Abolire le disuguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e nei confronti delle donne, e degli immigrati.
– Forti aumenti salariali, riduzione generalizzata dell’orario di lavoro, investimenti pubblici per ambiente e territorio.
– Pensione a 60 anni o con 35 anni di contributi. Abolire la legge Fornero.
– Fermare le privatizzazioni e le liberalizzazioni.
– Diritto universale alla salute, all’abitare, alla scuola, alla mobilità pubblica e tutele reali di reddito per i disoccupati.
– Difendere il diritto di sciopero con l’abolizione delle leggi che lo vincolano.
– Rigettare l’accordo truffa del 10 gennaio 2014 sulla rappresentanza.
– Contrastare ogni tipo di guerra e le spese militari.

17-8-Assemblea1

FLAICA CUB CASERTA – CALVI RISORTA: PRONTI A SOSPENDERE IL SERVIZIO A TEMPO INDETERMINATO

ecologica pugliese protesta stipendi 3-3

                        COMUNICATO STAMPA CALVI RISORTA

 

 

ESAURITA LA PAZIENZA DEGLI OPERAI

Riteniamo che la misura sia colma e che la pazienza dei lavoratori sia compromessa, l’aria respirata stamane durante la seconda assemblea presso il cantiere r.s.u. di Calvi Risorta era davvero pesante.

 

UN AMMINISTRAZIONE APPENA INSEDIATA AVREBBE DOVUTO PREVEDERE

I lavoratori, quasi tutti monoreddito, dal 15 giugno non percepiscono reddito, per cui è seriamente compromessa anche la condizione economica familiare, ad aggravare la situazione, che delinea uno scenario per nulla confortante è la questione relativa alla mancanza di un dirigente per produrre i documenti necessari a predisporre i pagamenti in favore dell’azienda.

 

UN AZIENDA SULL’ORLO DEL FALLIMENTO

L’azienda, dal canto suo, ci ha fatto sapere che a causa dell’accumulo delle fatture non pagate dall’Ente non è nelle condizioni di anticipare altri stipendi anche perché la stessa sta operando in regime di affidamento temporaneo e quindi il rischio per l’impresa è alto.

 

VERSO LA SOSPENSIONE TOTALE DEL SERVIZIO

Pertanto, all’unanimità, stamane è stato deciso di programmare un’ultima assemblea per giovedì 10 agosto durante la quale ci recheremo presso il Comune di Calvi Risorta per un sit-in di protesta e dichiarare la sospensione di tutte le attività a partire da venerdì 11.

 

Adesso Basta!

 

 

                          F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB TELESE TERME: POSITIVO INCONTRO CON LA SOCIETA’ LAVORGNA

placeholder_news_lavorgna_verde

COMUNICATO STAMPA

TELESE TERME

Consideriamo positivo l’esito della riunione tenuta venerdì scorso presso la sede della società Lavorgna S.r.l.
Infatti, dopo circa due ore di confronto, l’azienda ha ritenuto di analizzare seriamente le rivendicazioni rappresentate dai dipendenti del cantiere r.s.u. del Comune di Telese Terme.
Sarà, quindi, esaminata la proposta di distribuire le 38 ore settimanali in sei giorni lavorativi, fermo restando il nostro disappunto per un aumento di ore di lavoro a parità di salario.
Inoltre, in merito alla quota di € 69,00 da versare al Fondo Fasda, del quale nessun dipendente era conoscenza del funzionamento dello stesso, per cui abbiamo proposto di valutare una diversa distribuzione che sia finalizzata a favorire il reddito dei lavoratori.
Infine è stata resa in esame la richiesta di adeguamento degli aumenti parametrali di tipo A per gli operatori inquadrati a parametro B i quali hanno raggiunto o superato il periodo di 5 anni, e di conseguenza il riconoscimento dell’esatto importo riferito agli scatti di anzianità.
Con una buona dose di ottimismo auspichiamo in un percorso condiviso con l’azienda Lavorgna s.r.l., poiché riteniamo che sia rappresentata da persone competenti ed equilibrate che con atteggiamento costruttivo hanno contribuito al buon esito dell’incontro.

FLAICA CUB BENEVENTO: CONTINUA IL BRACCIO DI FERRO CON L’ASIA ” RITIRATA PATENTE AD UN DIPENDENTE”

logon

COMUNICATO STAMPA BENEVENTO

 

In attesa dell’intervento ispettivo richiesto all’Ispettorato del Lavoro di Benevento, si continuano a registrare disagi per i dipendenti dell’Asia di Benevento.

Infatti ci è stato riferito che una parte di lavoratori (Interinali) sono sprovvisti di D.P.I. (Dispositivi di Protezione Individuali) e di conseguenza del servizio lavanderia, un episodio grave che la FLAICA CUB è disposta a difendere rivendicando il diritto di uguaglianza oltre ad essere l’ennesima violazione delle normative disciplinate dal D.lgs. 81/08.

Purtroppo, nonostante le nostre segnalazioni, ignorate dall’azienda, relativamente alla carenza del parco automezzi, vecchio e inadeguato, hanno causato nei giorni scorsi il ritiro della patente ad un autista dalla polizia stradale, la quale riscontrava una serie di anomalie all’automezzo fornito in dotazione dello sfortunato lavoratore, per il quale la FLAICA CUB esprime solidarietà ed un adeguato sostegno in caso di necessità.

Inoltre stiamo verificando le informazioni ricevute circa la scelta di affidare ad officine esterne la riparazione degli automezzi, una disposizione che se venisse confermata configurerebbe una duplicazione dei costi, ovviamente a carico dei cittadini beneventani già vessati da una tassa sui rifiuti tra le più alte in Italia.

L’insediamento del nuovo Amministratore Unico non ha sortito gli effetti da noi sperato, al momento risulta inconcludente l’operato rispetto a tematiche così delicate che la FLAICA CUB Benevento sta sottolineando e rappresentando ormai da alcuni mesi.

Per questo pensiamo che l’unica strada da percorrere sia l’organizzazione dei lavoratori attraverso un sindacato non concertativo, non opportunista e che abbia a cuore l’interesse della maggioranza dei lavoratori e non quello di piccoli gruppi o di profili professionali specifici, per dare migliori prospettive al futuro dei lavoratori, in un settore particolarmente delicato per la salute pubblica dei cittadini come quello dell’igiene e dello smaltimento dei rifiuti.

FLAICA CUB CASERTA – CAPUA: PROSEGUE LA LOTTA CONTRO LA ECOLOGIA FALZARANO

ecologica pugliese protesta stipendi 3-3

COMUNICATO STAMPA CAPUA

Ci risiamo.

L’Azienda non riesce a pagare gli stipendi ed i dipendenti tornano sul piede di guerra.

Un reiterato modo di agire che purtroppo grava non poco sulle spalle delle famiglie monoreddito che normalmente, con gli stipendi, a malapena riescono ad arrivare alla terza settimana del mese.

La FLAICA CUB Caserta si vede costretta ad intervenire, nuovamente, per la situazione di disagio che interessa tutto il personale dipendente del Comune di Capua per il regolare pagamento degli stipendi, nonostante la maggior parte dei lavoratori sia iscritto ad altri sindacati.

Le rassicurazioni, ricevute dall’azienda, non si sono concretizzate, per cui lo sconforto tra i lavoratori aumenta producendo incontrollate proteste spontanee.

Si ribadisce che il mancato pagamento degli stipendi rappresenta un inadempimento del datore di lavoro, motivo per il quale il lavoratore potrebbe richiedere eventuale risarcimento dei danni derivanti dal fatto che nel frattempo non è stato in grado di far fronte ai suoi impegni economici, problematica che colpisce specialmente le famiglie monoreddito.

Pertanto, a tutela del personale, la FLAICA CUB è pronta a depositare una messa in mora all’azienda per il tempestivo pagamento delle retribuzioni dei mesi di Marzo e Aprile riservandoci, in caso di ulteriore ritardo, di tutelare la posizione dei dipendenti presso le autorità competenti, chiamando a responsabilità del danno causato i soggetti che avessero contribuito con propri atti o omissioni al rallentamento del procedimento de quo.

Nel frattempo nei giorni scorsi abbiamo trasmesso due distinte segnalazioni al Nucleo Operativo Ecologico (N.O.E.) e all’ASL distretto di Caserta per chiedere un intervento di verifica delle condizioni igienico sanitarie in cui sono costrette ad operare gli operatori.

Nella giornata odierna si è tenuto un incontro con il Sindaco Centore al quale abbiamo rappresentato lo stato di difficoltà che attraversano gli operatori ecologici e l’inquietante atteggiamento silenzioso con il quale i sindacati maggioritari si occupano della questione.

A dir poco scandoloso…!

FLAICA UNITI C.U.B. CASERTA

CONFEDERAZIONE UNITARIA DI BASE

 

« Older Entries