Author Archives: cubcampania

I lavoratori della Campania aderiscono all’assemblea del 23 settembre

Assemblea-23-9-2017

 

Cub, Sgb, SI Cobas, Usi-AIT, Slai Cobas.
COSTRUIAMO LO SCIOPERO GENERALE DEL 27 OTTOBRE 2017
– Abolire le disuguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e nei confronti delle donne, e degli immigrati.
– Forti aumenti salariali, riduzione generalizzata dell’orario di lavoro, investimenti pubblici per ambiente e territorio.
– Pensione a 60 anni o con 35 anni di contributi. Abolire la legge Fornero.
– Fermare le privatizzazioni e le liberalizzazioni.
– Diritto universale alla salute, all’abitare, alla scuola, alla mobilità pubblica e tutele reali di reddito per i disoccupati.
– Difendere il diritto di sciopero con l’abolizione delle leggi che lo vincolano.
– Rigettare l’accordo truffa del 10 gennaio 2014 sulla rappresentanza.
– Contrastare ogni tipo di guerra e le spese militari.

17-8-Assemblea1

CUB SALLCA GRUPPO MPS:BREVI CONSIDERAZIONI SUGLI “ESODI” AL MONTE PASCHI

Gian Mattia D'Alberto / lapresse22-01-2014 Milanocronacapalazzi e luoghi di Milanonella foto:  Monte dei Paschi di SienaGian Mattia D'Alberto / lapresse22-01-2014 Milanin the photo:  Monte dei Paschi di Siena
  1. DA CUB SALLCA GRUPPO MPS
    a iscritti/e lavoratrici e lavoratori

La firma dell’accordo per l’accesso al Fondo di 1200 colleghi, come quota per il 2017 dell’attuazione del Piano di Ristrutturazione 2017-2021, si presta ad alcune considerazioni

E’ evidente che la situazione di crisi di MPS non dipende dai lavoratori, ma dalle scelte sciagurate del management. E’ peraltro noto che in questo paese chi sbaglia, stando in alto, non paga mai ed infatti il prezzo degli errori è stato pagato dai lavoratori, con accordi che hanno azzerato il contratto integrativo e portato all’esternalizzazione di un migliaio di lavoratori (su questo torneremo).
Un esodo su base volontaria, quindi, non è certo la peggior sciagura capitata finora ai lavoratori di MPS. Eppure un dettaglio fastidioso (per usare un eufemismo) c’è anche qui. Laddove si ipotizza un eventuale cambiamento delle regole pensionistiche durante la permanenza nel fondo (allungamento dell’età pensionabile), l’accordo prevede un generico impegno delle Parti a reincontrarsi, ma, nel frattempo, si offre ai lavoratori in difficoltà l’opportunità di accedere ad un prestito, fino al raggiungimento della pensione, al modico tasso del 4,50% (si veda allegato). Davvero una condizione di maggior favore ai dipendenti nell’epoca dei tassi negativi!

Sempre nell’accordo, si cita “l’importanza di un coinvolgimento attivo del Sindacato”. Vista questa generosa disponibilità aziendale, perchè non utilizzarla, come primo gesto, per discutere del reintegro degli oltre 1.000 dipendenti esternalizzati in Fruendo di cui parlavamo all’inizio?
Un obiettivo che sanerebbe un’operazione illegittima (come già stabilito da numerose sentenze di secondo grado), porrebbe fine al trascinarsi del contenzioso legale, soprattutto ribadirebbe un principio che i sindacati dovrebbero sempre tenere come stella polare del loro operato, l’unità del processo produttivo, contro ogni tentativo di spezzettarlo in modo strumentale.

FLAICA CUB CASERTA – CANTIERE R.S.U. TEVEROLA: PREVISTO UN OPERATORE ECOLOGICO IN PIÙ NELLA PROCEDURA DI GARA

na39

COMUNICATO STAMPA

Abbiamo immediatamente notificato al Comune di Teverola un’osservazione circa il numero di dipendenti previsti nel bando di gara per l’espletamento dei servizi di raccolta rifiuti.

Infatti, in seguito ad un’attenta analisi del C.S.A. del bando, abbiamo rilevato che risultano stimate n.15 unità mentre l’attuale pianta organica è composta da n.14.

Al momento supponiamo che l’errore sia dovuto ad una mancanza di informazione relativa alla posizione di un dipendente collocato in pensione per raggiunti limiti di età.

A tal proposito, però, abbiamo chiesto un urgente riscontro in merito, poiché l’importo considerato, di conseguenza, risulterebbe anchesso sovrastimato ed inciderebbe negativamente sull’intera procedura di gara falsata dai numeri.

Pertanto doverosamente abbiamo preavvisato che, in mancanza di un rapido e positivo riscontro,provvederemo ad inviare un’apposita segnalazione alla Regione Campania, poiché, la Legge Regionale n. 14 del 26 maggio 2016 “obbliga i soggetti affidatari di utilizzare le unità’ di personale dei Consorzi di Bacino della Regione Campania costituiti ai sensi della legge regionale 10 febbraio 1993, n.10 (Norme e procedure per lo smaltimento dei rifiuti in Campania) e delle società̀ da essi partecipate, anche in via indiretta, già dipendenti alla data del 31 dicembre 2008, ancorché interessate da collocazione in mobilità”  vietando espressamente di provvedere a nuove assunzioni fino al completo reimpiego dei suddetti operatori.

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – CALVI RISORTA: PRONTI A SOSPENDERE IL SERVIZIO A TEMPO INDETERMINATO

ecologica pugliese protesta stipendi 3-3

                        COMUNICATO STAMPA CALVI RISORTA

 

 

ESAURITA LA PAZIENZA DEGLI OPERAI

Riteniamo che la misura sia colma e che la pazienza dei lavoratori sia compromessa, l’aria respirata stamane durante la seconda assemblea presso il cantiere r.s.u. di Calvi Risorta era davvero pesante.

 

UN AMMINISTRAZIONE APPENA INSEDIATA AVREBBE DOVUTO PREVEDERE

I lavoratori, quasi tutti monoreddito, dal 15 giugno non percepiscono reddito, per cui è seriamente compromessa anche la condizione economica familiare, ad aggravare la situazione, che delinea uno scenario per nulla confortante è la questione relativa alla mancanza di un dirigente per produrre i documenti necessari a predisporre i pagamenti in favore dell’azienda.

 

UN AZIENDA SULL’ORLO DEL FALLIMENTO

L’azienda, dal canto suo, ci ha fatto sapere che a causa dell’accumulo delle fatture non pagate dall’Ente non è nelle condizioni di anticipare altri stipendi anche perché la stessa sta operando in regime di affidamento temporaneo e quindi il rischio per l’impresa è alto.

 

VERSO LA SOSPENSIONE TOTALE DEL SERVIZIO

Pertanto, all’unanimità, stamane è stato deciso di programmare un’ultima assemblea per giovedì 10 agosto durante la quale ci recheremo presso il Comune di Calvi Risorta per un sit-in di protesta e dichiarare la sospensione di tutte le attività a partire da venerdì 11.

 

Adesso Basta!

 

 

                          F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

FLAICA CUB CASERTA – SOCIETÀ DHI S.P.A.: CHIESTO INCONTRO ALLA I.T.L. DI CASERTA PER VIOLAZIONE DELLA Certificazione Etica di Responsabilità Sociale (SA 8000)

Locandina2-e1450539008149

COMUNICATO STAMPA DHI S.P.A.

TANTE, TROPPE LE SEGNALAZIONI RICEVUTE DAI LAVORATORI CHE CI HANNO INDOTTO A FORMULARE IN DATA ODIERNA UNA RICHIESTA DI INCONTRO ALL’ISPETTORATO TERRITORIALE DEL LAVORO DI CASERTA PER VIOLAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE ETICA DI RESPONSABILITÀ SOCIALE (SA 8000)

La SA 8000 E’ uno standard internazionale che elenca i requisiti per un comportamento eticamente corretto delle imprese verso i lavoratori.

La norma SA 8000 testimonia un approccio etico e responsabile dell’azienda alle problematiche sociali del lavoro.
I suoi ambiti specifici di intervento sono il lavoro minorile, i lavori forzati, la salute e sicurezza dei lavoratori, la libertà di associazione, la non discriminazione, le misure disciplinari, l’orario di lavoro, le retribuzioni, nonché il sistema di gestione a supporto della conformità allo standard stesso.
Requisiti che riteniamo ignorati dalla DHI S.P.A. per cui prima di presentare un’apposito reclamo all’Ente Certificatore abbiamo ritenuto opportuno inviare preventivamente una richiesta di incontro all’Ispettorato del Lavoro di Caserta.
ldb-flashforward-sancassiani-slide-sa8000-fl-5-638abbigliamento-certificato-sa8000

 

FLAICA CUB CASERTA – LUSCIANO: COMPORTAMENTO ANTISINDACALE DHI S.P.A. “PRONTI A RECARCI DAL SINDACO”

AMALFI 7 (2)

COMUNICATO STAMPA LUSCIANO

ANCHE A LUSCIANO ATTI DISCRIMINATORI E COMPORTAMENTI ANTISINDACALI PRATICATI

DALL’AZIENDA “RENZIANA” DHI S.P.A.

Nella mattinata odierna è stata recapitata al Comune di Lusciano una nota nella quale informiamo che giovedì 27 p.v. ci recheremo presso la casa comunale per incontrare il Sindaco Dott. N. Esposito e sottoporre allo stesso le problematiche che potrebbero generarsi in futuro a causa di una singolare attività antisindacale praticata dalla DHI S.P.A. la quale ostacola l’esercizio della funzione sindacale ignorando le richieste formulate dalla F.L.A.I.C.A. C.U.B.

L’ultimo atto delittuoso realizzato dalla DHI S.P.A., la quale è ormai assuefatta alle reiterate  inosservanze alla L.300/70 –  STATUTO DEI LAVORTORI – , si è consumato nei giorni scorsi, quando  i dipendenti hanno rappresentato, attraverso la F.L.A.I.C.A. C.U.B., l’esigenza di una specifica autorizzazione dall’azienda riferita all’orario di inizio delle attività di raccolta, ma invece di ricevere una convocazione per un incontro per discutere democraticamente la richiesta, la DHI S.P.A. ha fatto affiggere una semplice comunicazione nella quale si autorizzava, per il giorno seguente, una parte di lavoratori ad iniziare il servizio dalle ore 05:00.

La disposizione, che presentava diverse irregolarità e una serie di contraddizioni, è stata contestata duramente dai lavoratori associati alla la F.L.A.I.C.A. C.U.B., che hanno poi deciso di rispettare l’orario di lavoro così come rappresentato nel contratto di assunzione, mentre gli altri operatori hanno accettato di iniziare il servizio alle ore 05:00.

Inverosimile!!

L’azienda pur di non convocare la F.L.A.I.C.A. C.U.B., sindacato di maggioranza, ha acconsentito questa singolare modalità di avvio del servizio.

Siamo purtroppo convinti, che il comportamento ANTISINDACALE della DHI S.P.A., che tenta di mettere i Lavoratori gli uni contro gli altri, tenda solo a generare conflitto e malessere avvelenando il clima generale e creando fratture nel cantiere r.s.u. di Lusciano, cosa dovrebbero fare i Lavoratori, rinunciare ai loro diritti? Oppure cambiare sindacato?

La F.L.A.I.C.A. C.U.B. si oppone e si opporrà a tutti i tentativi dell’azienda di mettere i Lavoratori gli uni contro gli altri, per questo motivo è stato richiesto un intervento urgente al Sindaco perché, come sempre abbiamo fatto, ci affidiamo alle Istituzioni.

  

 

F.L.A.I.C.A. UNITI C.U.B. CASERTA

« Older Entries