CUB CasertaFLAICA Uniti CUB

Proclamata la procedura di raffreddamento nei confronti della ASL di Caserta: Ancora senza risposte per il cambio di appalto e le difficili condizioni in cui riversano i lavoratori.

Sono giorni concitati che, turbano la quiete a dir poco tranquilla dei lavoratori in appalto che si occupano di una lavorazione particolare, soprattutto in momenti di emergenza, poichè, chi svolge mansioni di pulizia e sanificazione all’ interno di ospedali e presidi sanitari territoriali, vive non solo di forte stress per le prestazioni che devono compiere, ma devono garantire un’alta capacità qualitativa e professionale per scongiurare qualsiasi rischio di contagio.

La nostra O.S. ha chiesto un incontro all’ ASL casertana, per avere una consultazione proprio in merito alla nuova gara di appalto che doveva concludersi entro il 2020 e approfondire i termini di aggiudicazione fermi durante il periodo di lockdown, ma nonostante la richiesta formale inviata per un incontro, l’ Azienda Sanitaria ha preferito non convocare il sindacato di base e lasciare nel frattempo i dipendenti in appalto, in balia di carichi di lavoro estenuanti ed esposti a rischi per la loro incolumità.

Per quanto sopra esposto, visto che la situazione sta degenerando e le preoccupazioni dei lavoratori a livello economico sono allo stato di sopravvivenza oltre il limite, come FLAICA CUB abbiamo deciso di aprire la procedura di raffreddamento con un eventuale sciopero dei servizi resi, i lavoratori hanno bisogno di risposte e di diritti, non possono essere sempre i soggetti sacrificali di appalti e maestranze non conformi ai ritmi di lavoro, nonché mal retribuiti per i loro inquadramenti contrattuali!

Siamo sempre alle solite quando si parla di appalti!

05 ottobre 2020

FLAICA Uniti CUB Caserta